logo PrestitiOnline.it
Altri marchi del Gruppo
PRESTITI PERSONALI PRESTITI AUTO CESSIONE DEL QUINTO CREDITI REVOLVING CONSOLIDAMENTO DEBITI GUIDE E STRUMENTI
Numero Verde: 800 97 97 90
Logo PrestitiOnline.it

Prestiti: tutti i costi da non sottovalutare

10/01/2019

Prestiti: tutti i costi da non sottovalutare

È il momento di massima auge per i prestiti, guadagnatisi la fiducia delle famiglie grazie a condizioni e tassi sempre più interessanti e a un atteggiamento favorevole delle banche.

Veloci da ottenere quando si fosse in possesso di tutti i requisiti necessari e convenienti come mai in passato, i finanziamenti richiedono tuttavia che si arrivi alla stipula consapevoli di ogni spesa che si sta affrontando. Per farlo, non basta affidarsi a un istituto di credito o una finanziaria che garantiscono condizioni contrattuali trasparenti, ma sarà indispensabile prestare molta attenzione a tutti gli elementi contrattuali. Vediamo allora quali sono tutti i principali costi previsti da un contratto di prestito.

Il Tan e il Taeg

Come abbiamo anche riportato in “Tutto quello che c’è da sapere prima di chiedere un prestito”, ciò che riassume le informazioni sul reale costo del prestito è il Taeg (Tasso annuo effettivo globale), l’indice espresso in termini percentuali del costo complessivo del finanziamento: è questo che include tutte le spese obbligatorie ai fini di apertura e pagamento del finanziamento. Sul portale di PrestitiOnline.it sarà possibile in pochi passi calcolare il TAEG relativo a un prestito, nella sezione dedicata a questo importante aspetto di costo del finanziamento.

A differenza del Taeg, il Tan (Tasso Annuale Nominale) è il tasso di interesse puro applicato al finanziamento, quindi l’interesse annuo maturato sull’importo erogato e riconosciuto all’istituto che ha concesso il prestito. Va da sé che un Taeg molto più alto rispetto al Tan nasconderà costi alti da sostenere, oltre agli interessi puri corrisposti come costo del finanziamento.

Le spese da sostenere

Sono per la maggior parte quelle incluse nella percentuale di Taeg: oneri accessori, spese di istruttoria, spese di apertura pratica, spese di incasso delle rate e spese assicurative obbligatorie.

Le spese di istruttoria sono sostenute dall’intermediario per l’apertura e la gestione della pratica, oltre che per effettuare tutti i controlli sulla posizione creditizia del richiedente. Le spese di incasso e gestione della rata variano in base alla tipologia di finanziamento e sono nulle per i prestiti personali.

L’imposta di bollo/sostitutiva sul contratto è un tributo fiscale pagato per l’emissione o la presentazione di alcune tipologie di documenti in base alle normative vigenti.

Ci sono poi le spese periodiche, ad esempio per le comunicazioni dell’istituto al cliente, alle quali è possibile ovviare ad esempio scegliendo un finanziamento online. Infine le spese di chiusura della pratica, nell’eventualità si procedesse con la chiusura del contratto e la liquidazione anticipata: anche in questo caso l’istituto applicherà una penale per gli interessi non goduti, che tuttavia non potrà superare l’1% del debito residuo.

Il consiglio di PrestitiOnline.it: come scegliere bene il prestito

La premessa è che tutte le spese elencate sopra possono cambiare in maniera anche importante a seconda dell’istituto di credito o della finanziaria che erogano il prestito. Per questo bisogna valutare attentamente tutte le offerte disponibili, e mettere a confronto le singole voci di spesa, oltre alle condizioni contrattuali, evitando così brutte sorprese durante il finanziamento.

Per farlo, basta informarsi su PrestitiOnline.it nelle specifiche sezioni dedicate agli aspetti più critici della procedura decisionale: ad esempio il calcolo rata prestito, la definizione del piano di ammortamento o dell’ammontare da richiedere, che è possibile trovare nella sezione quanto puoi chiedere in prestito. Una volta raccolte tutte le informazioni necessarie e valutato il tipo di prestito, allora si potrà procedere con una simulazione del prodotto migliore attraverso il confronto delle offerte proposte dagli istituti partner.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
Prestiti: tutti i costi da non sottovalutare Valutazione: 4,7/5
(basata su 3 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI:
I prestiti più convenienti di maggio 2019 pubblicato il 15 maggio 2019
I migliori prestiti di aprile 2019 pubblicato il 14 aprile 2019
Prestiti: auto e casa le priorità degli italiani pubblicato il 6 marzo 2019
Con i tassi bassi i prestiti conquistano gli italiani pubblicato il 13 giugno 2019
Prestito sì, ma sempre con cautela pubblicato il 2 giugno 2019
Numero Verde 800 97 97 90
PRESTITI PERSONALI