logo PrestitiOnline.it
Altri marchi del Gruppo
PRESTITI PERSONALI PRESTITI AUTO CESSIONE DEL QUINTO CREDITI REVOLVING CONSOLIDAMENTO DEBITI GUIDE E STRUMENTI

Prestiti: il nuovo modello sociale li rivaluta

5/11/2018

Prestiti: il nuovo modello sociale li rivaluta

Cambiano profondamente le abitudini di acquisto degli italiani e cambia anche la modalità con cui si provvede a far fronte alle spese: strumenti sempre più digitali, canali virtuali ma integrati spesso con punti di vendita fisici e forme di pagamento evolute.

Una macchina, una ristrutturazione, una vacanza, una spesa medica trovano di frequente supporto nei finanziamenti, un tempo scelta obbligata per chi non aveva disponibilità di denaro, oggi sempre più spesso alternativa conveniente quando non si è disposti a dare fondo ai risparmi o alla liquidità in banca.

Secondo quanto commenta il direttore marketing di MutuiOnline Roberto Anedda in un’intervista a Linkiesta, “anche fasce più abbienti si ritrovano a chiedere la sottoscrizione di un prestito per evitare di dover sborsare per un qualsiasi motivo una liquidità che magari spenderebbero in altro modo, perché il prestito è un prodotto vantaggioso da molti punti di vista: mediamente facile e rapido da ottenere rispetto a un mutuo, prevede tassi di interesse generalmente contenuti, che consentono di avere effettivamente della liquidità fisica sotto mano in poco tempo, senza dover ripagare cifre esose a posteriori”.

Acquistare un bene o un servizio ricorrendo a un prestito costituisce anche una filosofia coerente con il nuovo modo di vivere dei millennials, la fascia di giovani che ha fatto della sua debolezza una virtù, trasformando la precarietà in un’occasione per condividere e abbandonare le vecchie e solide certezze della cultura dei loro padri. Anche per loro, ricorrere a un prestito è un modo per spalmare nel tempo una spesa che altrimenti graverebbe su uno stipendio non alto o sottrarrebbe risorse da dedicare ad altre priorità.

Un altro fattore a favore: la convenienza

Condizioni sempre più favorevoli praticate dalle banche e tassi sempre più interessanti hanno contribuito a rendere i prestiti accessibili, più facili e convenienti. Se si è in grado di specificare e dimostrare la finalità del prestito, gli istituti confezionano prodotti ad hoc per ogni tipo di spesa e riservano condizioni speciali, soprattutto se il canale attraverso il quale si definisce la procedura di erogazione è quello online.

Nella nostra news "I prestiti più convenienti di ottobre 2018" scriviamo che alla base di un aumento record delle richieste di prestiti da parte delle famiglie italiane, anche per piccole somme, c’è proprio la convenienza dei tassi, che dal lontano 2011 secondo le rilevazioni dell’Osservatorio di PrestitiOnline di ottobre non erano mai scesi così in basso, raggiungendo il tasso medio delle migliori offerte online il 6,01%.

I vantaggi dei prestiti online

La scelta delle famiglie si orienta sempre più sui prestiti digitali, perché le condizioni sono molto vantaggiose rispetto a un finanziamento richiesto in filiale. Riduzioni dei tempi e dei costi non solo per gli utenti ma anche per le stesse banche, che rendono i tempi di erogazione della liquidità in rete molto brevi, normalmente tra le 24 e le 48 ore, grazie all’uso di procedure automatizzate come firma digitale e invio dei documenti online.

Confrontare le proposte sul mercato

Un altro presupposto indispensabile per trovare il prestito migliore e alle condizioni di maggiore convenienza è confrontare le offerte servendosi di un comparatore. PrestitiOnline.it è leader per completezza di informazioni e trasparenza, oltre che partner dei principali istituti di credito e finanziarie. Nella sezione prestiti migliori di oggi è possibile avere un prospetto delle soluzioni migliori ogni giorno, con tassi praticati, condizioni del prestito e modalità per contrarlo il più velocemente possibile. Va da sé che quando si avesse stretta necessità di ottenerlo in tempi brevissimi, il consiglio è quello di ricorrere a un finanziamento da gestire totalmente online, senza l’intermediazione della filiale.

Se per esempio supponiamo di richiedere 10.000 euro per l’acquisto di un’auto usata, la proposta di Findomestic Banca è 100% digitale. La rata da corrispondere è di 234,16 euro al Tan del 5,85% e Taeg 6,01%. Le spese da sostenere sono zero perché si fa tutto online con la firma digitale, mentre la gestione potrà avvenire anche online, via telefono o in filiale.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
Prestiti: il nuovo modello sociale li rivaluta Valutazione: 5/5
(basata su 1 voti)
Segnala via email Stampa
PRESTITI PERSONALI
PrestitiOnline S.p.A.
Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi presso OAM n. M18
Iscrizione RUI sez. E n. E000497146 presso IVASS
P. IVA 06380791001 - Copyright 2000-2018
logo Gruppo MutuiOnline
PrestitiOnline S.p.A. fa capo a Gruppo MutuiOnline S.p.A., società quotata al Segmento STAR della Borsa Italiana
Per ulteriori informazioni, visita www.gruppomol.it
 
Protected by Copyscape DMCA Copyright Detector