logo PrestitiOnline.it
Altri marchi del Gruppo
PRESTITI PERSONALI PRESTITI AUTO CESSIONE DEL QUINTO CREDITI REVOLVING CONSOLIDAMENTO DEBITI GUIDE E STRUMENTI
Numero Verde: 800 97 97 90
Logo PrestitiOnline.it

Qual è la spesa media per ristrutturare casa?

27/09/2018

Qual è la spesa media per ristrutturare casa?

La ristrutturazione è diventata negli ultimi anni una delle spese prioritarie per le famiglie, in parte per il ruolo centrale della casa nella cultura degli italiani, ma anche perché il patrimonio immobiliare del nostro Paese diventa sempre più vecchio.

Ad analizzare il budget di spesa per sostenere la ristrutturazione di un immobile ci ha pensato una ricerca di Houzz, il portale che mette in contatto professionisti e privati, esaminando i progetti di rinnovamento (lavori di ammodernamento, ampliamenti d'interni, integrazioni di impianti domestici, miglioramenti di esterni) realizzati nel 2017 da oltre 7.400 italiani.

Il primo dato interessante dell’indagine è la spesa media delle ristrutturazioni, che si è attestata sui 20 mila euro. In particolare, i proprietari che hanno acquistato una nuova casa da meno di sei anni hanno speso in media circa 50 mila euro, mentre chi ha comprato un’abitazione da oltre sei anni ha sostenuto costi medi per 10 mila euro.

Per quanto riguarda gli ambienti della casa su cui intervenire, il bagno è risultato la stanza che gli italiani ristrutturano di più (circa il 25% dei lavori totali). La spesa sostenuta è stata di 5.000 euro per i bagni grandi (dai 5 metri quadri in su) e 4.300 euro per quelli più piccoli, con i neoproprietari di prima casa che sono i più propensi a sostenere una spesa di ristrutturazione.

La statistica accenna anche ai lavori da pianificare entro la fine del 2018. Nel 50% dei casi gli italiani stanno pianificando spese per l’arredo, contro il 26% per quelle di ristrutturazione e solo il 12% per gli interventi di manutenzione.

Nel 2017 si sono spesi 47 milioni di euro in ristrutturazioni

Il dato è stato evidenziato da Roberto Busso, A.D. di Gabetti Property Solutions. La mole di spesa delle ristrutturazioni dipende dal fatto che lo stock immobiliare italiano è vetusto e inadeguato, con un'alta percentuale di abitazioni in classe energetica G, che secondo le stime rappresentano circa il 97% delle case. “L'85% delle operazioni di compravendite in Italia”, spiega Busso, “riguarda abitazioni usate e non ristrutturate, solo il 3% delle transazioni riguarda case nuove e in categoria di buona efficienza energetica. In Italia oggi si lavora quasi esclusivamente sull'usato, ci sono poi circa 130 mila abitazioni che vengono considerate nuove, ma non sono mai state vendute in seguito alla crisi e nemmeno usate, quindi nel frattempo realtà nuove non lo sono più”.

Gli ultimi dati riferiti allo scorso anno parlano di 420 mila interventi di riqualificazione con detrazione fiscale realizzati, di cui il 50% ha riguardato i serramenti e il 25% gli impianti di riscaldamento e raffreddamento.

L’aiuto dei bonus per ristrutturare

Ricordiamo che l’agevolazione fiscale è stata prorogata dal Governo fino al 31 dicembre di quest’anno e consiste in una detrazione IRPEF pari al 50% delle spese sostenute (fino a un ammontare massimo di 96.000 euro da suddividere in 10 quote annuali di pari importo). Possono richiedere il bonus i proprietari degli immobili su cui sono stati o saranno effettuati i lavori, i nudi proprietari, i titolari di un reale diritto di godimento (ad esempio l’usufruttuario) e i locatari. La detrazione potrebbe però non comparire nella prossima Legge di Bilancio oppure essere ridotta dal 2019 al 36% della spesa sostenuta.

Ristrutturare ricorrendo a un prestito

Nella news "I prestiti fanno numeri da record. Online i tassi più bassi" abbiamo evidenziato che il 23,7% delle domande di finanziamento ha come finalità la ristrutturazione, mentre per le erogazioni il dato si fa ancora più importante, circa il 34% delle concessioni. 

Per trovare il prestito ristrutturazione giusto basta cercarlo su PrestitiOnline.it, il comparatore dove è possibile individuare il prestito più adatto ed economico sul mercato. Il portale consente anche di consultare la lista dei finanziamenti migliori nella sezione prestiti migliori di oggi.

Solo a titolo di esempio, la richiesta da parte di un quarantenne di Milano di una somma di 12.000 euro da restituire in 60 mesi avrà come risposta migliore il prodotto di Findomestic, che garantisce una rata di 228,99 euro al mese, Tan del 5,46% e Taeg 5,60%. Il prestito non prevede spese accessorie e può essere sottoscritto online grazie alla firma digitale.

Una volta ricevuta la richiesta di finanziamento, Findomestic provvede a contattare telefonicamente il cliente e durante il colloquio fornirà tutte le informazioni sui passi necessari all'ottenimento del prestito. Inoltre, il cliente ha la possibilità di ricevere una consulenza riguardo alle proprie esigenze ed eventuali personalizzazioni di durata.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
Qual è la spesa media per ristrutturare casa? Valutazione: 5/5
(basata su 2 voti)
Segnala via email Stampa
Numero Verde 800 97 97 90
PRESTITI PERSONALI