Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Crescono i prestiti per la casa e l’arredamento

Pubblicato il 20/06/2018

Sempre più spesso chi accede al credito al consumo lo fa con l’obiettivo di finanziare interventi sulla propria abitazione, sia per quanto concerne eventuali lavori di ristrutturazione, sia per acquistare gli arredi.

A rivelarcelo è l’ultimo Osservatorio Compass, che ci conferma una crescita degli importi richiesti per questo specifico settore dei prestiti. Nel 2017, i finanziamenti per il settore casa e arredamenti sono aumentati del +5,4% rispetto all’anno precedente e ammontano a circa il 20% delle pratiche.

Lo scorso anno è stato particolarmente positivo per il credito al consumo, con volumi pari a 19 miliardi di euro (+7,8% sul 2016 e addirittura +54% sul 2013). Si conferma così un trend stabile dal 2014, punto di partenza per la ripresa, dopo un quinquennio al ribasso. 

I rivenditori sono particolarmente fiduciosi: il 43% dei dealer intervistati prevede vendite in aumento e il 44% dei punti vendita convenzionati rivela di aver pianificato di ampliare, o migliorare, lo spazio del proprio store.

Perché chiedere un prestito per arredi o per la casa

Perché richiedere un prestito? Per molti rappresenta un modo di dilazionare un pagamento importante, difficile da sostenere in un’unica tranche. E’ una scelta quasi obbligata per i giovani, tant’è che il maggior numero delle richieste di prestito nel 2017 sono riconducibili agli under 30. 

Secondo il campione intervistato, la casa è una priorità: in molti esprimono l’esigenza di avere un’abitazione polifunzionale, con spazi adattabili alle esigenze della famiglia che spesso, nel corso del tempo, si evolvono. In molti dichiarano di lavorare da casa e di avere la necessità di attrezzare uno studio e spazi ad hoc.

Tra i desiderata troviamo inoltre le soluzioni green. L’Osservatorio ci rivela alcune curiosità sulle preferenze in tema di arredo: il campione dichiara di prediligere arredi di stile moderno (36%), con linee pulite e colori netti, o scandinavo (30%) con materiali chiari e naturali come il legno. In calo lo stile shabby chic e quello rustico (8%).

Come funziona un prestito ristrutturazione o arredamento

Nel settore finanziamenti esistono prodotti con finalità specifica per le ristrutturazioni o l’arredamento. Già ad inizio anno avevamo analizzato gli andamenti del comparto, ad esempio nella news "Prestiti per ristrutturazione sempre in vetta": l’Osservatorio PrestitiOnline.it al gennaio 2018 evidenziava che il 23,8% del totale delle richieste riguardavano prestiti per la casa.

Ad incentivare la domanda, troviamo la riconferma, anche per quest’anno, degli Ecobonus, gli incentivi che permettono di portare a detrazione sulla dichiarazione dei redditi gli interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica. Da quest’anno sono inclusi anche gli interventi per la risistemazione del verde, come spiegato nella news "Ecobonus 2018: ecco le novità per le detrazioni fiscali".

Scegliere un prestito ristrutturazione permette di ottenere liquidità a tassi particolarmente convenienti, contenendo anche le spese iniziali, che ad esempio vanno sostenute per un mutuo con analoga finalità (ricordiamo che, in quest’ultimo caso, occorre procedere ad atto notarile e iscrizione dell’ipoteca sulla casa).

Come richiedere un prestito ristrutturazione

Su PrestitiOnline.it è possibile richiedere preventivi gratuiti anche per i finanziamenti per la casa o leggere approfondimenti specifici nella guida dedicata. Lo stesso vale per i prestiti arredamento: è proprio su questi ultimi che oggi focalizziamo la nostra attenzione, facendo una simulazione ad hoc per esaminare insieme la convenienza di questi prodotti.

Al 14 giugno, ipotizziamo vivere ad Ancona e di voler richiedere un prestito per arredamento del valore di 15.000 euro, con piano di rimborso di 60 mesi. Al momento troviamo tra le offerte più vantaggiose il prestito personale di Younited, con rata mensile di 312,92 euro e Taeg 5,61%. Il finanziamento prevede spese di istruttoria per un ammontare di 325,50 euro. I costi assicurativi, facoltativi, sono pari all’1,5% dell’importo finanziato e in questo caso sarebbero di 1.395 euro.

A cura di: Alessia De Falco

Parole chiave

prestiti ristrutturazione casa migliori prestiti ristrutturazione prestiti arredamento ecobonus 2018 younited credit

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.