Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Prestiti: i tempi per ottenerli e le dritte per ridurli

Pubblicato il 31/05/2018

Gli italiani prendono confidenza con i prestiti e dopo la pesante crisi economica e la psicosi dell’indebitamento, tornano a guardare con maggiore serenità al credito al consumo.

La Banca d’Italia definisce finanziamento un prestito che sia di importo superiore ai 200 euro e inferiore ai 75 mila euro: di fatto, le banche concedono prestiti superiori a questa cifra in casi del tutto eccezionali, mentre la media delle richieste è decisamente più basta e si aggira, come scriviamo nella nostra news "Prestiti: ritorna il segno più dei finalizzati", sui 9.600 euro, +6,3% rispetto a un anno fa.

Quali sono i tempi per ottenere un prestito?

Non esiste un criterio assoluto che definisca i tempi necessari a ottenere un finanziamento, perché il dato dipende da una serie di fattori che possono contribuire ad accelerare o allungare il procedimento. Vediamoli nel dettaglio. 

La reputazione creditizia

Prima di concedere un finanziamento, la banca o la finanziaria verificano l’affidabilità del soggetto e il suo passato creditizio, dunque se risulta inadempiente rispetto a posizioni debitorie passate o se non offre le garanzie necessarie a sostenere il debito. Se la reputazione creditizia del richiedente non è solida, l’istituto potrà avere bisogno di più tempo per effettuare ulteriori ricerche o richiederà maggiori garanzie, allungando così i tempi della procedura. L’intera operazione di verifica richiede di solito una settimana, ma alcuni istituti possono finalizzare la procedura in tempi ancora più brevi.

La documentazione

Come è possibile leggere nella guida dei documenti necessari per ottenere un prestito di PrestitiOnline.it, dopo aver ottenuto la pre-approvazione la banca invia il contratto da firmare corredato dell’elenco dei documenti necessari per l’erogazione del finanziamento. In generale, oltre che dai documenti identificativi (per i cittadini UE completi del certificato di residenza e per i clienti extracomunitari del documento di soggiorno), l’ottenimento del prestito passa anche dal controllo della condizione lavorativa e reddituale. Così, i lavoratori dipendenti devono far pervenire l’ultima busta paga (a volte sono richieste le ultime due) ed eventualmente il CUD, mentre per i pensionati basterà presentare l’ultimo cedolino della pensione.

Maggiore documentazione è richiesta ai liberi professionisti che devono esibire l’ultima dichiarazione dei redditi (730 oppure Modello Unico), il modulo F24 attestante i pagamenti, il certificato di attribuzione della partita IVA e la visura camerale. 

La tipologia e l’importo del prestito

A seconda che si sarà dichiarata la finalità del prestito o si proceda invece con la richiesta della sola liquidità, i tempi cambieranno perché la banca richiede nel primo caso preventivi o giustificativi di spesa, mentre se la finalità non è specificata quello che guiderà sarà la reputazione creditizia del soggetto: se questa fosse buona, il finanziamento potrebbe essere concesso nel giro di una settimana.

Meglio una banca o una finanziaria?

Un finanziamento può essere richiesto indifferentemente a un istituto di credito oppure a una finanziaria, specializzata proprio nell’erogazione dei prestiti. Esiste una differenza tra i due istituti eroganti ed è di duplice ordine: la facilità con cui si ottiene il prestito e appunto, i tempi. Le finanziarie usano infatti criteri meno rigidi nell’accettazione della richiesta, in cambio di tassi di interesse più alti che vanno a compensare proprio il più alto margine di rischio, e allo stesso tempo assicurano tempi più ridotti, variabile che potrebbe essere discriminante per chi ha urgenza di ottenere il prestito. Per contro, le banche garantiscono maggiore libertà di manovra sulla negoziazione degli interessi e possono rivelarsi più accessibili nei confronti dei clienti di lunga data.

Come ridurre l’attesa?

Chi richiede il prestito può contribuire ad accorciare i tempi necessari per ottenerlo. La prima cosa da fare, se in passato ha già ottenuto un finanziamento, è quello di rivolgersi allo stesso istituto – banca oppure finanziaria – che sarà in possesso di tutti i suoi dati e conoscerà il suo profilo creditizio.

Un’ulteriore variabile che contribuisce a ridurre l’attesa è la somma richiesta, quindi più è piccolo è l’ammontare e più, come abbiamo visto sopra, i tempi saranno brevi: richiedendo ad esempio un finanziamento non superiore ai 1000 euro si potrà ottenere l’importo anche in un tempo di 24/48 ore.

La soluzione più veloce? Un prestito online

Firma digitale, documenti online e ogni altro passaggio necessario per perfezionare la richiesta, se effettuato in rete costituisce oggi un vero e proprio acceleratore per ottenere un prestito, visto che ogni operazione che un tempo richiedeva di recarsi fisicamente in filiale può essere svolta comodamente seduti sul divano di casa. Tutto questo accorcia i tempi e in alcuni li riduce a sole 48 ore, ma sempre dal momento in cui si allega e si invia la documentazione firmata, in special modo se si tratta di importi poco elevati.

La convenienza e la velocità dei prestiti di PrestitiOnline.it

Un modo per riuscire ad avere tutto chiaro dall’inizio e ridurre praticamente a zero i tempi di ricerca del prestito è andare su PrestitiOnline.it, dove nella sezione con i prestiti migliori di oggi è possibile consultare l’elenco dei prestiti più convenienti del giorno e trovare la soluzione migliore in assoluto per ogni differente profilo di richiedente, in tempi brevissimi e in maniera completamente gratuita.

A cura di: Paola Campanelli

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.