Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

I prestiti personali conducono la domanda

Pubblicato il 05/05/2018

Aggiornato il 07/05/2018

I prestiti continuano a essere uno strumento fondamentale per le famiglie italiane e la conferma arriva dal volume delle richieste pervenute alle banche, tornate nel mese di marzo ai livelli del periodo precrisi.

Il numero di domande registrate dal CRIF (Centrale Rischi Finanziari) – nell’aggregato di prestiti personali e finalizzati – hanno fatto segnare dall’inizio dell’anno un incremento del 2,4% rispetto al corrispondente periodo 2017.

La performance positiva è da attribuire però alla sola componente dei prestiti personali, saliti dell’8,8%, in quanto le richieste dei finalizzati hanno fatto segnare un -2,7%, riconducibile al rallentamento dei finanziamenti per l’acquisto di auto e a quelli relativi a beni e servizi di importo più contenuto.

Crescono anche gli importi

Nel solo mese in analisi sono stati domandati in media 9.931 euro, l’importo più elevato dall’inizio del 2010 con +6,5%, un dato che conferma la ritrovata fiducia dei cittadini nel pianificare i propri consumi avvalendosi del supporto di un prestito. 

Nello specifico, l’ammontare dei prestiti finalizzati è salito dell’8,2% (ora a 6.536 euro) mentre i prestiti personali vedono un incremento più contenuto, +2,2%, che porta il valore medio a 13.422 euro.

“La continua crescita dell’importo medio richiesto”, spiega Simone Capecchi, Executive Director di CRIF, “indica che le famiglie italiane si sentono più confidenti della possibilità di ripagare le rate mensili senza eccessivo affanno. Dal canto loro, le aziende di credito stanno agevolando questa fase espansiva del mercato sviluppando prodotti sempre più vicini alle reali esigenze dei consumatori, elaborate a partire dal patrimonio informativo disponibile”.

Si confermano i piani di restituzione oltre i 60 mesi

L’analisi della distribuzione delle richieste per durata evidenzia in questo 2018 la maggiore preferenza degli italiani per la classe superiore ai 5 anni, con una quota pari al 27,1% del totale (e un picco del 46,2% per i finanziamenti personali), mentre si registra una contrazione per i rimborsi con periodi inferiori ai 12 mesi, che si fermano al 14,6%.

Per quanto riguarda l’età dei richiedenti, si nota come sia stata la fascia compresa tra i 45 e i 54 anni quella prevalente della domanda con il 25,5% sul totale del campione rilevato, seguita dalla fascia tra i 35 e i 44 anni, con il 23,2%. Bene anche la classe degli over 55, che riportano una crescita di 0,9 punti percentuali rispetto al 2017.

La ristrutturazione resta la finalità più domandata

Un esame più approfondito dei prestiti personali arriva dall’Osservatorio di PrestitiOnline.it. L’importanza della casa e le agevolazioni fiscali prorogate dal Governo incoraggiano la finalità di finanziamento per ristrutturazione, che si attesta al 23,4% delle richieste totali.

Questo trend lo abbiamo già riportato nella news “Aumentano gli importi dei prestiti. La ristrutturazione è la prima finalità”, dove si possono approfondire tutte le altre caratteristiche dei finanziamenti domandati e concessi nel nuovo anno. Ricordiamo che il Prestito personale si può richiedere senza dover giustificare l’utilizzo che si farà della somma ottenuta. La sua erogazione non è dunque subordinata all’acquisto di un bene o di un servizio specifico, e la banca ne dà disponibilità direttamente al cliente che ne fa richiesta, senza l’intermediazione di un venditore convenzionato. Dunque, non vi è alcun rapporto tra contratto di credito e contratto di compravendita, né vi è un rapporto di collaborazione tra venditore e finanziatore.

Più convenienza grazie all’offerta delle banche e al livello dei tassi

Gli interessi particolarmente bassi sono uno dei motivi del successo dei prestiti: nella modalità di offerta online, i tassi sono arrivati a segnare una percentuale del 6,09%. Importante anche l’offerta più mirata ed evoluta da parte delle banche, che diffondono servizi sempre più personalizzati per i propri clienti. Gli istituti utilizzano le informazioni disponibili per approfondire la conoscenza dei consumatori, con il duplice obiettivo di offrire soluzioni sempre più profilate e di ridurre i rischi di insolvenza e frode.

Un esempio di prestito conveniente

Per la ricerca del prestito migliore basta affidarsi a PrestitiOnline.it, il comparatore che individua il finanziamento più adatto alle esigenze di spesa del cliente. Per effettuare una simulazione basta inserire pochi dati essenziali, ottenendo dopo pochi secondi la soluzione in assoluto più vantaggiosa per ogni differente profilo di richiedente e ogni specifica finalità.

Supponendo un ammontare richiesto per ristrutturare la casa di 10.000 euro (utente 40enne di Milano, piano di rimborso 84 mesi), si scopre che l'offerta più economica è quella di Findomestic. Credito Lavori propone una rata mensile è di 144,13 euro al Tan fisso del 5,59% (Taeg 5,74%) e con spese iniziali pari a zero euro. Una volta ricevuta la richiesta di finanziamento, Findomestic provvede a contattare il cliente telefonicamente e tramite e-mail, fornendo tutti i dettagli sui passi necessari all'ottenimento del prestito. La disposizione di bonifico o l'invio dell'assegno avverranno entro 2 giorni dal ricevimento del contratto sottoscritto. 

A cura di: Paola Campanelli

Parole chiave

prestiti prestiti personali tassi di interesse prestiti finalizzati ristrutturazione

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.