Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Un prestito sì, ma solo se la spesa è importante

Pubblicato il 02/03/2018

Ricorrere a un prestito è diventata una pratica comune nelle abitudini delle famiglie, che avendo riconquistato condizioni economiche migliori e beneficiando di politiche del credito favorevoli e di tassi di interesse molto convenienti, hanno richiesto a gennaio prestiti personali per il 13,0% in più rispetto allo stesso mese del 2017 (dati Osservatorio CRIF di gennaio).

In generale, banche e società finanziarie hanno prestato nel 2017 soldi per un volume complessivo di 39 miliardi, il 10% in più se confrontato con il dato del 2016. E se si includono i prestiti concessi attraverso carte di credito, l’ammontare complessivo di credito erogato sale a 58 miliardi.

Come abbiamo avuto modo di scrivere anche in "Il successo dei prestiti personali nelle scelte dei consumatori", quello che emerge nel mese di gennaio di questo anno è il perdurare di due tendenze opposte: da una parte i prestiti personali continuano la performance positiva ormai da inizio 2017, registrando +13,0%, dall'altro troviamo i prestiti finalizzati che fanno segnare -3,3%, quando già il 2017 si era chiuso con un complessivo -0,8%. 

Più prestiti per spese importanti, meno prestiti finalizzati

Gli italiani mettono da parte l’acquisto a rate dei beni di consumo oggetto dei prestiti finalizzati (che mantenendo un andamento opposto hanno fanno segnare -3,3%, quando già il 2017 si era chiuso con un complessivo -0,8%), facendo perdere all’ammontare finanziato da banche e finanziarie circa il 26% e si orientano su spese più importanti: la ristrutturazione della casa ad esempio, o spese impellenti che richiedono il ricorso a liquidità.

Secondo Assofin, l’Associazione italiana del credito al consumo e immobiliare che riunisce i principali operatori finanziari che operano nei comparti del credito alla famiglia, per i soli prestiti personali sono stati erogati nel 2017 dagli istituti di credito e dalle finanziarie 22,4 miliardi (+9%). Cresce anche la domanda di prestiti per l’acquisto di auto e moto, che ha segnato +14% con un erogato pari a 7,2 miliardi (+19%).

“Rispetto al 2016 si è avuto comunque un rallentamento della crescita del ricorso al credito al consumo, che nel 2016 aumentava del 16%, poi c’è stata la frenata e si è segnato un +10%. Negli anni precedenti infatti il ricorso al credito al consumo era lievitato in modo esponenziale e adesso è iniziata una fase di assestamento”, commenta il presidente di Assofin Chiaffredo Salomone.

L’importanza strategica dei prestiti online

Secondo Assofin i prestiti concessi attraverso i canali virtuali costituiscono in media il 6,6% del totale dei finanziamenti concessi, ma le banche di fatto hanno erogato nell’ultimo anno il 30% dei finanziamenti utilizzando firma digitale e nuove tecnologie.

Sta di fatto che i prestiti online sono ormai un’opportunità troppo importante per risparmiare sui tassi e sulle spese di apertura e gestione del finanziamento. Secondo il rapporto dell’Osservatorio Credito al Dettaglio Assofin l’innovazione tecnologica e le pressioni competitive provenienti anche da operatori non finanziari impongono l’accelerazione nella revisione dei modelli di servizio. L’evoluzione dello stesso modello passerà anche dalla valorizzazione del patrimonio informativo sulla clientela, sia per rispondere ai mutamenti dei bisogni con una proposizione di servizi adeguati, sia per trasformare in opportunità la sfida FinTech.

Confrontare le offerte online

Per rendersi immediatamente conto di quanto sia possibile risparmiare in termini di tassi e di costi scegliendo un prestito online, basta andare su PrestitiOnline.it e comparare le offerte di tutti gli istituti convenzionati. Nella sezione prestiti migliori di oggi è possibile poi avere l’aggiornamento quotidiano sui migliori finanziamenti praticati in Italia.

Se a richiedere la somma di 10.000 euro per una durata di 84 mesi finalizzata all’acquisto di un’auto fosse un impiegato di 40 anni residente a Milano, la soluzione più conveniente in termini di tassi e condizioni sarebbe quella offerta da Agos. Credito Personale prevede una rata di 145,13 euro al Tan del 5,80% e Taeg 6,04%. Destinato a privati con documentazione di reddito dimostrabile, è finalizzato all’acquisto di un’auto nuova o usata e ha come costo iniziale 16,00 euro addebitati sulla prima rata. A seguito dell'inserimento della richiesta, verrà fatta una pre-valutazione. In caso di esito positivo, il richiedente avrà la possibilità di scegliere se recarsi presso una filiale Agos Ducato dove completare l'istruttoria della pratica, oppure ricevere al proprio domicilio il contratto precompilato, sottoscriverne una copia, allegare i documenti indicati e spedire il tutto ad Agos Ducato. L'esito della valutazione verrà comunicato via email da parte di Agos Ducato e confermato anche tramite email da PrestitiOnline.it.

A cura di: Paola Campanelli

Parole chiave

prestiti prestiti personali prestiti finalizzati ristrutturazione liquidità

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.