logo PrestitiOnline.it
Altri marchi del Gruppo
PRESTITI PERSONALI PRESTITI AUTO CESSIONE DEL QUINTO CREDITI REVOLVING CONSOLIDAMENTO DEBITI GUIDE E STRUMENTI
Numero Verde: 800 97 97 90
Logo PrestitiOnline.it

Prestiti per ristrutturazione sempre in vetta

15/02/2018

Prestiti per ristrutturazione sempre in vetta

Il 2018 si apre con una conferma: nel mondo del credito al consumo i protagonisti sono sempre loro, i prestiti per ristrutturazione. Secondo l’Osservatorio PrestitiOnline.it, al gennaio 2018, i finanziamenti per gli interventi sulla propria abitazione rappresentano il 23,8% del totale delle richieste, seguiti dai prestiti auto usata (20,8%) e dai prestiti per liquidità (16,7%).

Si tratta di percentuali piuttosto in linea con i trend dell’anno appena concluso, confermate anche dalle erogazioni da parte degli istituti di credito: il 33,4% dei prestiti concessi sono per ristrutturazione, il 21,5% per l’acquisto di un’auto usata e il 9% per liquidità.

I vantaggi dei prestiti per ristrutturazione

Che cosa rende così appetibili i prestiti per ristrutturazione? Complice la conferma anche nel 2018 dei bonus ristrutturazione, di cui abbiamo ampiamente parlato nella news "Ecobonus 2018: ecco le novità per le detrazioni fiscali", per gli italiani è sempre più appetibile riprogettare o migliorare la propria abitazione.

Il bonus ristrutturazione consente infatti di portare a detrazione il 50% delle spese sostenute per un massimo di 96.000 euro, suddividendo l’importo totale spettante in 10 rate annuali di pari importo. Rientrano nell’agevolazione tutti gli interventi volti alla manutenzione ordinaria e straordinaria, come elencato nella guida online dell’Agenzia delle Entrate

A rendere ancora più interessante il bonus troviamo la possibilità di portare a detrazione anche gli interventi per la sicurezza (inferriate, cancelli, telecamere a circuito chiuso e antifurti) e le spese correlate ai lavori. Tra queste, solo a titolo di esempio, citiamo spese di progettazione, spese per prestazioni professionali. spese per la messa in regola degli impianti elettrici e a metano, spese per il rilascio della certificazione di conformità dei lavori e anche eventuali spese per perizie e sopralluoghi.

Prestiti: aumentano gli importi medi, stabili le durate

A testimoniare la fiducia dei consumatori verso il credito consumo troviamo un aumento, già a partire dal primo mese del 2018, dell’importo medio erogato: 12.175 euro contro gli 11.495 dello stesso periodo dell’anno precedente. Le durate dei finanziamenti restano pressoché stabili rispetto al 2017: i prestiti più gettonati hanno piani di ammortamento tra i 48 ed i 60 mesi. Le somme erogate rientrano mediamente tra i 2.500 ed i 10.000 euro.

Sono le regioni del Nord ad accedere maggiormente ai prestiti, seguite da Sud e Isole e, infine, dal Centro Italia. Il richiedente tipo è solitamente un lavoratore con contratto a tempo indeterminato, di età compresa tra i 36 ed i 55 anni. Più contenute le erogazioni ai giovani tra i 26 ed i 35 anni (rappresentano il 16,5% del totale) e agli over 56 (il 16,2% del totale).

Va però precisato che under 35 ed over 56 richiedono meno finanziamenti rispetto alle altre fasce di età prese in considerazione. Peraltro, esaminando i dati relativi alle classi di reddito, scopriamo che chi chiede un prestito ha in genere una solida posizione finanziaria, con un lordo annuo compreso tra i 30.000 ed i 50.000 euro (56% del totale). 

Tassi di interesse estremamente competitivi

Perché richiedere un prestito? In parte lo abbiamo spiegato in precedenza, focalizzandoci sui prestiti ristrutturazione, ma in realtà è un discorso che si può estendere anche ad altri finanziamenti.  Al di là delle specifiche agevolazioni che rendono appetibili i prestiti per la casa, più in generale oggi i finanziamenti possono beneficiare di tassi estremamente convenienti.

Qualche esempio, sempre tratto dall’Osservatorio PrestitiOnline.it: prendiamo il caso di un impiegato di 35 anni, residente a Milano, che chiede un importo di 20.000 euro per l’acquisto di un’auto usata. La miglior rata mensile ammonta a 385 euro, con Tan al 5,80% e Taeg al 6,01%. Se lo stesso importo venisse richiesto per un prestito ristrutturazione, la miglior rata sarebbe di 382 euro, con Tan al 5,45% e Taeg al 5,64%.

A cura di Alessia De Falco
Come valuti questa notizia?
Prestiti per ristrutturazione sempre in vetta Valutazione: 5/5
(basata su 3 voti)
Segnala via email Stampa
Numero Verde 800 97 97 90
PRESTITI PERSONALI