logo PrestitiOnline.it
Altri marchi del Gruppo
PRESTITI PERSONALI PRESTITI AUTO CESSIONE DEL QUINTO CREDITI REVOLVING CONSOLIDAMENTO DEBITI GUIDE E STRUMENTI

Tassi ai minimi per i prestiti anche a ottobre

27/11/2017

Il 2017 può essere considerato a pieno titolo come l’anno del rilancio dei prestiti, con continui aumenti delle erogazioni registrate dal settore a partire dal mese di gennaio.

Gli ultimi dati dell’ABI (Associazione Bancaria Italiana) confermano il trend di crescita anche a ottobre, rilevando per i finanziamenti a privati e imprese non finanziarie un incremento su base annua dello 0,9%. Il totale concesso ammonta a 1.360 miliardi di euro, una cifra di gran lunga più alta rispetto ai 1.279 miliardi registrati alla fine del 2007 (periodo antecedente alla crisi economica).

Per quanto riguarda i prestiti alle sole famiglie, l’aumento è da attribuire all’ottima performance sia del credito al consumo, spinto dalle spese per beni durevoli, che dei mutui, saliti in misura analoga in tutta la penisola. Non particolarmente brillanti i risultati quando si considera il credito alle sole aziende, con l’ultimo dato utile che parla di un -0,6% per il mese di settembre. L’andamento è stato analizzato in maniera più dettagliata nella news "Prestiti, trend differente per famiglie e imprese": l’analisi del Centro studi di Unimpresa basata sui dati della Banca d’Italia ha infatti stabilito che nel 2017 i finanziamenti alle imprese hanno rallentano del 5,42%, passando da 787,8 a 745,2 miliardi di euro.

Esaminando i numeri sui depositi (in conto corrente, certificati di deposito, pronti contro termine) si nota una risalita, sempre a fine ottobre, di oltre 65,3 miliardi di euro rispetto a un anno prima (+4,8% su base annua), mentre si conferma la diminuzione della raccolta a medio e lungo termine (tramite obbligazioni) per quasi 50,4 miliardi di euro (-14,6%). La raccolta complessiva vede un netto miglioramento rispetto alla fine del 2007 (anno di riferimento precrisi), passando dai 1.549 miliardi di euro di quell’anno ai 1.722,3 miliardi di euro attuali.

L’accesso al credito viene stimolato anche dalla percentuale media dei tassi applicati dagli istituti di credito, che si collocano ancora una volta su livelli molto bassi. L’interesse medio sul totale dei finanziamenti è stato a ottobre pari al 2,74%, nuovo minimo storico (era 2,75% a settembre e 6,18% prima della crisi, a fine 2007). Si posiziona sul valore più basso di sempre, il 2,02%, anche il tasso sulle nuove operazioni per l’acquisto delle abitazioni.

Nell’articolo "Auto, ristrutturazione e liquidità: gli italiani ricorrono ai prestiti" abbiamo scritto come i bassi tassi di interesse siano stati un incentivo a richiedere importi maggiori. Secondo l’Osservatorio di PrestitiOnline.it, nella seconda parte dell’anno si domandano in media 11.002 euro (erano 10.959 tra gennaio e giugno) e le banche concedono invece un ammontare di 11.454 euro (contro gli 11.495 dello scorso semestre). Analizzando le classi di importo, si vede come il 29,4% delle richieste è per somme comprese tra i 5.000 e i 10.000 euro, seguite dalla classe 2.500-5.000 euro con il 27,0%. Nell’ambito di quanto concesso, gli intervalli prevalenti sono ancora quelli validi per la domanda, con percentuali in questo caso del 29,5% e 25,9%.

I dati dell’Osservatorio confermano le rilevazioni dell’ABI sulle maggiori erogazioni nel nord Italia. Il bollettino ha stabilito che nel settentrione viene erogato il 41,9% del credito totale, seguito dal Sud e dalle Isole con il 35,9% e dal Centro con il 22,2%. Il Nord prevale anche per la domanda di finanziamenti, con il 43,5%, seguito dal Sud e dalle Isole con il 35,1%, quindi il Centro in coda alla classifica con il 21,4%.

Ricordiamo che il portale PrestitiOnline.it permette agli utenti di valutare la soluzione di prestito più conveniente per ogni finalità, fornendo informazioni dettagliate sulla rata, sulla composizione di capitale e interessi e sulle spese da sostenere.

Nella news "I prestiti più convenienti di novembre" è riportata una selezione dei finanziamenti più vantaggiosi per il mese in corso. A titolo esemplificativo e supponendo di richiedere 5.000 euro per l’acquisto di un’auto usata (richiesta di un impiegato di Roma 40enne che opta per un rimborso in 60 mesi), troviamo come offerta più conveniente quella di Younited. Grazie a Prestito Personale la rata da corrispondere è di 94,10 euro al mese al Tan Fisso del 4,89% e Taeg 7,30%, con spese iniziali di 255 euro e imposta di bollo gratuita. I documenti necessari per richiedere il prestito sono la copia del codice fiscale (o Tessera sanitaria), della carta d’identità, del documento di reddito (le ultime 2 buste paga per il lavoratore dipendente) e del documento della propria banca che attesti codice IBAN e BIC.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
Tassi ai minimi per i prestiti anche a ottobre Valutazione: 5/5
(basata su 1 voti)
Segnala via email Stampa
Numero verde 800 97 97 90
PRESTITI PERSONALI
Importo richiesto
 Euro
Durata del finanziamento
mesi
Finalità del finanziamento
Assicurazione
Anno di nascita
Tipo di impiego
Impiego attuale
Impiegato da
del
Domicilio
PrestitiOnline S.p.A.
Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi presso OAM n° M18
Iscrizione R.U.I. sez. E n. E000497146 presso IVASS
P. IVA 06380791001 - Copyright 2000-2017
logo Gruppo MutuiOnline
PrestitiOnline S.p.A. fa capo a Gruppo MutuiOnline S.p.A., società quotata al Segmento STAR della Borsa Italiana
Per ulteriori informazioni, visita www.gruppomol.it
 
Protected by Copyscape DMCA Copyright Detector