logo PrestitiOnline.it
Altri marchi del Gruppo
PRESTITI PERSONALI PRESTITI AUTO CESSIONE DEL QUINTO CREDITI REVOLVING CONSOLIDAMENTO DEBITI GUIDE E STRUMENTI

Arriva in Italia Blender: novità nel peer-to-peer

5/11/2017

Novità per il panorama del social lending italiano che si arricchisce di una nuova piattaforma. Si tratta di Blender, un’azienda israeliana con oltre 30.000 richieste di finanziamento ogni mese e crescita media mensile pari al 10%. L’azienda, nata a Tel Aviv e attiva in Israele e Lituania si prepara ora a entrare nel mercato italiano, tappa strategica per l’espansione a livello globale. Blender, grazie alla licenza e-Money (EMI) a livello europeo, potrà operare in Italia gestendo conti, concedendo prestiti e trasferendo fondi.

Pur essendo in espansione anche nel nostro Paese, l’utilizzo degli strumenti di accesso al credito alternativi è ancora basso (circa 70 milioni di euro al primo semestre 2017) anche se ha un potenziale altissimo. Si pensi che nel Regno Unito, dove è nata questa tipologia di finanziamenti, ad oggi il valore delle transazioni ammonta ad alcuni miliardi di sterline.

Blender si basa sul motore DirectMatch, una tecnologia molto avanzata con algoritmi matematici che consentono di diversificare le somme prestate e ridurre il rischio connesso al rimborso del finanziamento. Il sistema è molto sicuro e prevede controlli incrociati sui profili utente, con l’obiettivo di garantire la massima affidabilità delle operazioni. 

Blender ha inoltre istituito un fondo di garanzia per i prestatori, alimentato con un versamento pari a una percentuale prefissata sull’ammontare complessivo del prestito. Tra i servizi aggiuntivi troviamo ReBlend, una funzionalità che consente di cedere ed acquistare prestiti in essere e l’app dedicata, disponibile per Iphone ed Android, per seguire l’andamento delle proprie operazioni o richiedere prestiti.

Blender è solo l’ultima novità nell’ambito social lending. Come già avevamo visto qualche mese fa nel nostro articolo "Social lending: i tassi più convenienti", i prestiti peer to peer stanno conquistando il mercato italiano. Merito anche dei tassi particolarmente convenienti, come evidenziato dall’Istituto Tedesco Qualità e Finanza, fondato dalla rivista economica Focus Money e leader delle indagini e dei sigilli di qualità.

Lo scorso luglio l’Osservatorio Crowdinvesting della School of Management del Politecnico di Milano ha evidenziato come, dal 2013 ad oggi, siano stati raccolti quasi 190 milioni di euro attraverso operazioni di crowdinvesting, una sorta di sottoinsieme del crowdfunding, che più genericamente racchiude in sé varie tipologie di raccolta fondi online.

Più nello specifico, l’Osservatorio evidenzia come il lending crowdfunding (o social lending), in cui gli investitori possono prestare denaro attraverso Internet a persone fisiche (consumer) o imprese (business), a fronte di un interesse e del rimborso del capitale, sia oggi dominato nel nostro Paese da alcune piattaforme, con un totale di prestiti erogati pari a 28,3 milioni euro, con una durata media dei finanziamenti fra i 30 e i 40 mesi e il tasso annuo nominale (Tan) di circa il 6%, più precisamente tra 5,7% e 7,7%.

Anche nel network PrestitiOnline.it sono presenti alcune realtà che lavorano nell’ambito del social lending. Tra queste troviamo Smartika, Prestiamoci e Younited.

Smartika è un operatore finanziario, autorizzato da Banca d’Italia a prestare servizi di pagamento, attivo nel social lending, basato su piattaforma online in cui domanda ed offerta si incontrano. Il servizio di Smartika garantisce che l’accordo di prestito tra privati avvenga nella massima sicurezza, attraverso contratti chiari e vincolanti per le parti, salvaguardando sempre la privacy di Richiedenti e Prestatori.

Prestiamoci è un’altra piattaforma on line di prestiti tra privati autorizzata da Banca d'Italia, che consente di ottenere Taeg e rate imbattibili. A fronte del mancato pagamento della rata, Prestiamoci provvede al recupero credito attraverso società specializzate, garantendo sicurezza ai prestatori ed affidabilità delle operazioni.

Infine Younited è una “Digital Credit Platform” attiva in Francia dal 2011, leader di mercato in Europa e unica piattaforma al mondo ad avere una completa licenza bancaria, rilasciata dalla Banca di Francia e “passaportabile” in tutta Europa. Anche in questo caso la comunità degli investitori può prestare direttamente alla comunità dei richiedenti, offrendo un sistema equo di prestiti.

A cura di Alessia De Falco
Come valuti questa notizia?
Arriva in Italia Blender: novità nel peer-to-peer Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
Numero verde 800 97 97 90
PRESTITI PERSONALI
Importo richiesto
 Euro
Durata del finanziamento
mesi
Finalità del finanziamento
Assicurazione
Anno di nascita
Tipo di impiego
Impiego attuale
Impiegato da
del
Domicilio
PrestitiOnline S.p.A.
Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi presso OAM n° M18
Iscrizione R.U.I. sez. E n. E000497146 presso IVASS
P. IVA 06380791001 - Copyright 2000-2017
logo Gruppo MutuiOnline
PrestitiOnline S.p.A. fa capo a Gruppo MutuiOnline S.p.A., società quotata al Segmento STAR della Borsa Italiana
Per ulteriori informazioni, visita www.gruppomol.it
 
Protected by Copyscape DMCA Copyright Detector