logo PrestitiOnline.it
Altri marchi del Gruppo
PRESTITI PERSONALI PRESTITI AUTO CESSIONE DEL QUINTO CREDITI REVOLVING CONSOLIDAMENTO DEBITI GUIDE E STRUMENTI

Prestiti: tutto quello che c’è da sapere per non sbagliare

5/10/2017

Sono sempre di più gli italiani che decidono di richiedere un prestito per finanziare le proprie spese legate alla casa o all’auto.

Secondo un recente sondaggio di Mister Credit Crif, solo nel primo semestre di quest’anno, il 35,4% dei maggiorenni italiani ha attivato un prestito o ne sta rimborsando uno attivo.

Rispetto al 2016, si è registrato un incremento del 4,1%.

A fronte di questi numeri così positivi, viene da chiedersi: perchè così tante persone richiedono un prestito? Tra le motivazioni principali possiamo addurre la convenienza: mai come ora è possibile beneficiare di tassi competivi e prodotti adatti ad ogni esigenza.

In altre parole, richiedere un prestito significa fare una scelta di pianificazione del proprio budget e delle risorse finanziarie a disposizione.

Non sempre è così semplice orientarsi nel mondo dei prestiti: le offerte sono molteplici e le informazioni di cui tener conto nella valutazione non sempre immediate.

Per scegliere, occorre essere consapevoli del funzionamento di regole base e degli indicatori utili, di cui vi parliamo di seguito, dandovi qualche consiglio per effettuare la scelta più adatta alle vostre esigenze.

Sono tre i principali parametri di cui tener conto:

  • sostenibilità
  • convenienza
  • trasparenza

Per quanto riguarda il primo punto, è bene ricordare che, prima di richiedere qualsiasi tipologia di finanziamento, bisogna verificare la propria capacità di rimborso.

Ci sono strumenti di calcolo appositi, come quelli forniti da PrestitiOnline.it: utilizzandoli, riuscirete rapidamente a calcolare il rapporto ottimale tra rata e reddito e anche la durata più sostenibile.

C’è un ulteriore punto su cui vogliamo focalizzare l’attenzione: spesso si fa una valutazione della propria capacità reddittuale allo status quo, mentre è opportuno valutare la continuità del reddito nel tempo.
In altre parole, è più affidabile una persona con un reddito magari più basso, ma costante nel tempo, come accade con i contratti a tempo indeterminato, rispetto ad un autonomo il cui reddito oscilla anche pesantemente. Oggi banche e finanziarie sono più propense a valutare anche questo secondo caso, ma è opportuno che, prima ancora dell’ente erogante, sia il richiedente ad essere consapevole della propria capacità di rimborso.

Secondo punto: la convenienza. Come fare a capire se un prodotto è valido? Occorre non soltanto esaminare la rata, ma anche il Taeg, l’indicatore che comprende anche le spese accessorie. Inoltre controllate se sono previste promozioni o bonus specifici, che spesso vengono abbinati ai finanziamenti. Nella scelta, ricordate che orientarsi sui prodotti online spesso permette di risparmiare sui costi.
In questo caso, è utile fare qualche simulazione sui comparatori come PrestitiOnline.it.

Leggete sempre il contratto prima di sottoscriverlo: ad esempio, nel caso di PrestitiOnline.it ogni prodotto è collegato ad una scheda tecnica, in cui vengono riportate in maniera chiara e specifica le informazioni di dettaglio. Non limitatevi mai a valutare un prestito sulla base dell’importo della rata mensile.

Infine, trasparenza. Secondo quanto previsto dalla normativa, l’ente che eroga il finanziamento deve adempiere ad una serie di obblighi prima del perfezionamento del contratto, nel momento della stipula e nella fase successiva.

Queste informazioni sono contenute in particolare nel Modulo Secci, che deve essere consegnato al consumatore prima della stipula. Date sempre un’occhiata ai servizi accessori, tra cui le polizze assicurative, spesso proposte in abbinamento al prestito (e, al netto della cessione del quinto, non obbligatorie).

Spesso tali polizze coprono la perdita del posto di lavoro, una malattia o un infortunio.
Se per caso non siete convinti della sottoscrizione, avete 60 giorni di tempo per recedere dalla copertura assicurativa.

Inoltre, se subentrano dubbi sul contratto di finanziamento, è possibile per legge recedere entro 14 giorni dal momento del perfezionamento.

Come dicevamo, i comparatori ci aiutano tantissimo nella scelta perchè, inserendo nei form online i vostri dati, forniscono una panoramica delle soluzioni più adatte alle vostre esigenze.

Facciamo un esempio pratico su PrestitiOnline.it: al 30 settembre, per un importo di 10.000, richiesto per acquisto auto usata, da rimborsare in 60 mesi, abbiamo Fidiamo di Fiditalia, con rata mensil di 194,40 euro e Taeg 6,09%.

A cura di Alessia De Falco
Come valuti questa notizia?
Prestiti: tutto quello che c’è da sapere per non sbagliare Valutazione: 5/5
(basata su 2 voti)
Segnala via email Stampa
Numero verde 800 97 97 90
PRESTITI PERSONALI
Importo richiesto
 Euro
Durata del finanziamento
mesi
Finalità del finanziamento
Assicurazione
Anno di nascita
Tipo di impiego
Impiego attuale
Impiegato da
del
Domicilio
PrestitiOnline S.p.A.
Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi presso OAM n° M18
Iscrizione R.U.I. sez. E n. E000497146 presso IVASS
P. IVA 06380791001 - Copyright 2000-2017
logo Gruppo MutuiOnline
PrestitiOnline S.p.A. fa capo a Gruppo MutuiOnline S.p.A., società quotata al Segmento STAR della Borsa Italiana
Per ulteriori informazioni, visita www.gruppomol.it
 
Protected by Copyscape DMCA Copyright Detector