logo PrestitiOnline.it
Altri marchi del Gruppo
PRESTITI PERSONALI PRESTITI AUTO CESSIONE DEL QUINTO CREDITI REVOLVING CONSOLIDAMENTO DEBITI GUIDE E STRUMENTI

Prestiti: per gli importi il miglior aprile dal 2010

29/05/2017

Le ultime rilevazioni del CRIF (Centrale Rischi Finanziari) confermano ad aprile la frenata per il credito alle famiglie. Dopo il rallentamento dei finanziamenti sulla casa, arriva anche il calo delle richieste di nuovi prestiti che perdono il 3,3% rispetto allo stesso mese di un anno fa.

La performance negativa dello scorso mese potrebbe però dipendere dal calendari e dai numerosi ponti festivi del mese di aprile. Le rilevazioni durante i trenta giorni portano a un quasi pareggio tra la domanda di prestito del primo quadrimestre 2017 e quella dello stesso periodo dello scorso anno, un dato certamente positivo se si considera che il 2016 si era caratterizzato per una forte crescita del settore.

La discesa registrata in aprile è dovuta soprattutto alla componente dei prestiti finalizzati (riguardanti ad esempio l’acquisto di autoveicoli, motocicli, arredamento, elettrodomestici, viaggi, spese mediche) che hanno segnato un -5,1% mentre il comparto dei prestiti personali riporta solo un -1,3%, con una performance complessiva dall’inizio dell’anno del +3,5%.

Guardando il trend dell’importo medio nell’aggregato di entrambe le forme di prestito, si nota un incremento del 4,7% rispetto a 12 mesi fa. L’ammontare si è portato a 9.071 euro, un valore che si distingue per essere il miglior dato per il singolo mese di aprile dal 2010 ad oggi. La distribuzione delle richieste per fascia di importo vede una maggiore preferenza degli italiani per la classe inferiore ai 5.000 euro, con una quota del 45,5%. Analizzando le cifre per le singole tipologie si riscontra che la somma richiesta per i prestiti finalizzati è stata di 5.851 euro (+5,9%) mentre si attesta sui 12.651 euro per quelli personali (+3%).

“Dopo anni caratterizzati da una forte incertezza”, spiega Simone Capecchi, Executive Director di CRIF, “e dalla conseguente prudenza da parte delle famiglie, che sovente avevano rinviato gli impegni di spesa più gravosi o non strettamente indispensabili, oggi registriamo condizioni più distese e favorevoli. Il fatto che la propensione a richiedere credito stia complessivamente tornando su livelli elevati e, soprattutto, che gli importi richiesti continuino a crescere possono essere letti come segnali di fiducia da parte delle famiglie, più serene circa la possibilità di poter pianificare i propri acquisti facendo fronte senza eccessive ansie al rimborso delle rate dei finanziamenti accesi”.

I soggetti che prediligono un prestito appartengono in prevalenza alla fascia d’età tra i 45 e i 54 anni, con il 25,4%, seguita a breve distanza dai 35-44 anni con il 24,1%. Interessante il dato sui finanziamenti finalizzati – in prevalenza veicoli ed elettronica di consumo – in cui si segnala una crescita di un punto percentuale per le categorie di clienti che hanno un’età superiore ai 55 anni.

Infine per quanto riguarda la durata dei piani di ammortamento, il CRIF conferma nel primo quadrimestre la maggior richiesta di prestiti da restituire in più di 60 mesi, con una quota pari al 24,8% e un aumento dell’1,8% sui primi 4 mesi del 2016. Al contrario si evidenzia una contrazione dei piani di rimborso fino a 12 mesi, che passa dal 17,6% al 16,1% del totale finanziato.

Per verificare la convenienza dei prestiti basta effettuare una simulazione su PrestitiOnline.it, il comparatore che aiuta gli utenti a scegliere il preventivo online più economico sul mercato. Nella news "Come scegliere il prestito più conveniente: le regole da seguire" è possibile trovare una serie di dritte per scegliere il finanziamento migliore e più adeguato alle proprie esigenze. Qui una serie di esempi.

Ipotizzando al 24 maggio la richiesta per acquistare una nuova vettura – residente 35enne della provincia di Lucca che sceglie di sottoscrivere un prestito di 15.000 euro da rimborsare in 72 mesi – l'offerta migliore è quella di Findomestic che con Credito Auto propone una rata mensile di 247,89 euro al Tan fisso del 5,9% e Taeg al 6,06%. Il prestito si distingue per le zero spese accessorie e per la possibilità di stipula online grazie alla firma digitale. Alla fine dei 6 anni il cliente avrà restituito una somma di 16.847,78 euro.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
Prestiti: per gli importi il miglior aprile dal 2010 Valutazione: 5/5
(basata su 1 voti)
Segnala via email Stampa
Numero verde 800 97 97 90
PRESTITI PERSONALI
Importo richiesto
 Euro
Durata del finanziamento
mesi
Finalità del finanziamento
Assicurazione
Anno di nascita
Tipo di impiego
Impiego attuale
Impiegato da
del
Domicilio
PrestitiOnline S.p.A.
Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi presso OAM n° M18
Iscrizione R.U.I. sez. E n. E000497146 presso IVASS
P. IVA 06380791001 - Copyright 2000-2017
logo Gruppo MutuiOnline
PrestitiOnline S.p.A. fa capo a Gruppo MutuiOnline S.p.A., società quotata al Segmento STAR della Borsa Italiana
Per ulteriori informazioni, visita www.gruppomol.it
 
Protected by Copyscape DMCA Copyright Detector