Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Segnalazione di cattivo pagatore? Ecco cosa fare

Pubblicato il 09/03/2017

La richiesta di un prestito da parte di un cliente, soluzione sempre più frequente per le famiglie come si può leggere nell’articolo "Sempre più italiani ricorrono a un prestito", può avere in alcuni casi esito negativo a causa di diverse ragioni, con la più comune che vede l’utente segnalato al CRIF (Centrale Rischi Finanziari) come protestato o cattivo pagatore.

Il CRIF è una delle banche dati appartenenti ai Sistemi di Informazioni Creditizie (SIC), in grado di fornire informazioni sulle persone che accedono al credito erogato dalle varie banche e finanziarie. In Italia i SIC attivi – oltre il CRIF – sono Experian, Consorzio Tutela Credito e Assilea. Si tratta dunque di veri e proprio archivi, in cui vengono annotati non solo l’apertura del finanziamento ma anche le scadenze pattuite, il rimborso, il numero di rate non pagate e la risoluzione o meno dell’inadempimento.

Ad accedere a questi dati sono le stesse banche e finanziarie che, una volta ricevuta la domanda di prestito, vengono a conoscenza di altri eventuali rapporti di credito aperti da quel cliente. Questo patrimonio di informazioni viene dunque utilizzato per valutare se concedere il finanziamento e in che misura.

Tuttavia non è escluso che vengano commessi degli errori, con l’annotazione di dati che non corrispondono alla realtà. In questo caso il cliente può richiedere la rettifica o la cancellazione allo stesso SIC oppure rivolgersi alle Associazioni Adiconsum, Assoutenti, Codacons o Federconsumatori, in quanto tali imprecisioni possono avere conseguenze molto negative. A vigilare sulla tenuta dei dati è preposta anche l’Autorità Garante per la privacy, che ha il potere di fare verifiche periodiche dei database.

Ricordiamo che le annotazioni negli archivi non scattano in caso di primo ritardo nel pagamento della rata, visto che lo stesso Sistema ha il dovere di avvisare il cliente. Qualora se ne verificassero altri, l’utente verrebbe immediatamente segnalato senza ulteriori comunicazioni.

Le informazioni vengono mantenute nei database per determinati periodi e poi cancellate senza oneri. Le durate vanno dai 12 mesi, in caso di ritardo nel pagamento di massimo due rate, ai 24 mesi, termine che scatta quando le quote non corrisposte sono più di due. Entrambi gli intervalli decorrono dalla regolarizzazione delle situazioni, mentre la cancellazione dai registri avviene automaticamente alla fine dei 12 o 24 mesi.

Quando il cliente non regolarizza la propria posizione debitoria, il termine sale a 36 mesi. In questo caso il periodo inizia dall’ultima segnalazione fatta dal creditore o dalla data che in condizioni normali avrebbe indicato la fine del finanziamento.

In tema di finanziamenti, ricordiamo che su PrestitiOnline.it è possibile effettuare delle simulazioni di finanziamento in base alle diverse finalità, con il consumatore che potrà usufruire del miglior prestito attualmente sul mercato.

Ipotizzando al 3 marzo 2017 l’acquisto di una vettura usata da parte di un cliente-tipo della provincia di Modena – 35enne che finanzia 7.000 euro da restituire in 48 mesi – risulta quale offerta più vantaggiosa quella di Agos che con Credito Personale consente di pagare una rata mensile di 187,33 euro (Tan fisso 5,85%, Taeg 6,15%). La banca pratica costi di istruttoria pari a zero, prevedendo solo una spesa per imposte di 16 euro e una spesa annuale di 2 euro; l’assicurazione sul finanziamento è facoltativa e pari al 4% dell’importo finanziato (per durate fino a 48 mesi). Alla fine dei 4 anni il totale rimborsato ammonterà a 9.013,87 euro.

A cura di: Paola Campanelli

Parole chiave

prestiti cattivi pagatori protestati sistemi informazioni creditizie

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.