logo PrestitiOnline.it
Altri marchi del Gruppo
PRESTITI PERSONALI PRESTITI AUTO CESSIONE DEL QUINTO CREDITI REVOLVING CONSOLIDAMENTO DEBITI GUIDE E STRUMENTI

Prestiti, via libera a freelance e liberi professionisti

6/02/2017

Spesso si è soliti pensare che liberi professionisti e lavoratori autonomi siano esclusi dal mondo del credito al consumo. A differenza dei lavoratori dipendenti, non possono dimostrare un reddito mensile fisso che solitamente rappresenta uno dei principali fattori di affidabilità creditizia.

Le banche e le finanziarie oggigiorno stanno superando questa empasse, formulando proposte di finanziamento appositamente dedicate a questa tipologia di lavoratori.

Del resto il mondo del lavoro si sta evolvendo sempre più rapidamente verso forme di lavoro a progetto: il tanto agognato contratto a tempo indeterminato sembra ormai una prospettiva per pochi. 

Secondo le analisi Istat rilasciate a dicembre e relative al mese di ottobre 2016, in Italia le persone che hanno un’occupazione ammontano a 22 milioni 753 mila. Di queste, poco più di 5 milioni sono lavoratori autonomi (partite IVA, professionisti, consulenti) mentre 17 milioni sono dipendenti. Tra di loro, 14,8 milioni sono lavoratori a tempo indeterminato, mentre 2,4 milioni sono a tempo determinato.

Nell’ultimo anno il Governo si è mosso per tutelare i lavoratori autonomi, grazie al DDL sul Lavoro Autonomo e Smart working, contenente una serie di misure volte alla tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale, oltre all’articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato.

Nel frattempo anche istituti di credito e finanziarie sono sempre più sensibili ai trend occupazionali e favoriscono l’erogazione dei finanziamenti anche a lavoratori autonomi e professionisti, a patto che vi siano le garanzie necessarie per la concessione del prestito.

Un prestito per lavoratori autonomi e liberi professionisti non presenta tecnicamente differenze rispetto alle altre tipologie di finanziamenti: come sempre, è necessario dimostrare innanzitutto la propria affidabilità creditizia.

Di solito viene richiesto, tra i documenti da allegare, il Modello Unico, attraverso il quale è possibile accertarsi della solidità finanziaria del cliente. Se l’Unico non fosse sufficiente, è possibile presentare come ulteriori elementi di affidabilità una garanzia patrimoniale quale l'ipoteca su un immobile di proprietà, un pacchetto di titoli azionari o obbligazionari, l'incasso di un canone di affitto o l'eventuale assegno di mantenimento corrisposto dall’ex coniuge.

Eventualmente si può ricorrere all’intervento di un soggetto garante, che è chiamato a rispondere di eventuali rate insolute, intervenendo a coprire il debito. Il garante deve avere preferibilmente un lavoro a tempo indeterminato o un reddito da pensione.

Anche per questa tipologia di finanziamenti è possibile effettuare confronti online per individuare le soluzioni più adatte alle proprie esigenze. Il comparatore PrestitiOnline.it permette di effettuare simulazioni gratuite, inserendo i propri dati tra cui la condizione professionale.

Proviamo a fare una simulazione al 27 gennaio: per un importo di 15.000 euro da rimborsare in 60 mesi, richiesto da un lavoratore autonomo, troviamo le seguenti offerte.

Fiditalia propone Fidiamo, un prodotto gestito esclusivamente attraverso canale internet e telefonico che non prevede spese d'istruttoria o di incasso rata. La rata mensile è di 304,15 euro e il Taeg 8,39%.

Agos propone Credito Personale, con rata mensile di 305,94 euro 4 Taeg 8,64%. Anche questo caso non sono previste spese di istruttoria e gli importi richiedibili partono da 1.000 euro. Il funzionamento della richiesta è molto semplice: viene fatta una pre-valutazione e, in caso di esito positivo, il richiedente avrà la possibilità di scegliere se recarsi presso una filiale Agos Ducato, dove completare l'istruttoria della pratica, o, in alternativa, ricevere al proprio domicilio il contratto pre-compilato, sottoscriverne una copia, allegare i documenti indicati e spedire il tutto alla finanziaria.

Infine troviamo le proposte di Compass, che permette di ottenere importi fino a 30.000 euro per finanziare i propri progetti.

A cura di Alessia De Falco
Come valuti questa notizia?
Prestiti, via libera a freelance e liberi professionisti Valutazione: 5/5
(basata su 6 voti)
Segnala via email Stampa
Numero verde 800 97 97 90
PRESTITI PERSONALI
Importo richiesto
 Euro
Durata del finanziamento
mesi
Finalità del finanziamento
Assicurazione
Anno di nascita
Tipo di impiego
Impiego attuale
Impiegato da
del
Domicilio
PrestitiOnline S.p.A.
Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi presso OAM n° M18
Iscrizione R.U.I. sez. E n. E000497146 presso IVASS
P. IVA 06380791001 - Copyright 2000-2017
logo Gruppo MutuiOnline
PrestitiOnline S.p.A. fa capo a Gruppo MutuiOnline S.p.A., società quotata al Segmento STAR della Borsa Italiana
Per ulteriori informazioni, visita www.gruppomol.it
 
Protected by Copyscape DMCA Copyright Detector