logo PrestitiOnline.it
Altri marchi del Gruppo
PRESTITI PERSONALI PRESTITI AUTO CESSIONE DEL QUINTO CREDITI REVOLVING CONSOLIDAMENTO DEBITI GUIDE E STRUMENTI

Prestiti, buona l’inversione di tendenza della Liguria

7/11/2016

Continuiamo a passare in rassegna la situazione dei prestiti a livello locale che abbiamo avviato con le Marche, parlandovi dell’ultima analisi sulle finanze regionali effettuata dalla Banca d’Italia che evidenzia la ripresa del settore prestiti nella macroarea ligure.

I dati fanno riferimento al primo semestre del 2016 nel quale i finanziamenti bancari al settore privato della Liguria hanno invertito il trend, crescendo nei dodici mesi fino a giugno dello 0,7%. L’incremento è stato maggiore per i finanziamenti alle famiglie consumatrici, un risultato ulteriormente consolidatosi durante la stagione estiva, mentre il credito alle imprese è aumentato marginalmente e solo per le realtà di maggiori dimensioni. In particolare il settore produttivo ha beneficiato delle condizioni particolarmente vantaggiose praticate dagli intermediari, che riflettono la politica monetaria espansiva voluta dall’UE. La variazione su base annua dei finanziamenti è stata di +0,2%, una dinamica dovuta soprattutto al buon risultato nel comparto manifatturiero (+16,1%) mentre si sono leggermente ridotti quelli concessi al terziario (-1,5%) e all’edilizia (-2,7%). Secondo le informazioni della Regional Bank Lending Survey (RBLS, gli istituti operanti in Regione), il comparto aziendale ha segnato anche un incremento della domanda di prestiti ma non ancora esteso a tutti i settori e prevalentemente connesso con esigenze di ristrutturazione del debito e di sostegno del capitale circolante.

Risultati migliori per il ramo relativo al credito alle famiglie che ha registrato un’erogazione di +1,2%. Da evidenziare che i flussi di nuovi mutui hanno superato i 620 milioni di euro (in crescita di quasi il 40 per cento rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente), in linea con l’aumento delle compravendite sul mercato immobiliare. Il trend positivo si conferma dal lato della domanda di nuovi finanziamenti, sia nella componente riferita al credito al consumo che ai prestiti per acquistare casa, a fronte di condizioni sostanzialmente invariate dal lato dell’offerta.

Un approfondimento sulle richieste di credito arriva dall’Osservatorio di PrestitiOnline.it, l’indagine che permette di analizzare tutte le caratteristiche dei prestiti dei diversi semestri.

I finanziamenti più utilizzati dai risparmiatori liguri nel periodo maggio-ottobre sono quelli che riguardano la liquidità, la ristrutturazione dell’abitazione e l’acquisto dell’auto usata, con percentuali rispettivamente del 21,22%, 20,56% e 17,54%.

L’importo medio richiesto si attesta sui 10.153 euro, risultando più basso di quanto rilevato nel resto d’Italia. Le richieste che arrivano agli Istituti di credito liguri rappresentano lo 0,58% del totale nazionale e l’1,4% di quelle del nord Italia, valori simili a quelli registrati durante il secondo semestre dello scorso anno.

La durata del prestito che si adopera nella maggior parte dei finanziamenti è di 60 mesi mentre l’età media dei cittadini che vogliono usufruire di un prestito è di 46,5 anni.

L’Osservatorio riporta anche i prodotti finanziari offerti dagli intermediari più scelti dagli utenti delle singole province. Utilizzando il comparatore PrestitiOnline.it è possibile effettuare delle simulazioni di finanziamento in base alle finalità: per ristrutturare casa la preferenza dei cittadini di Genova si rivolge a Credito Lavori di Findomestic che per una richiesta-tipo – importo da finanziare di 9.000 euro da restituire in 48 mesi e richiesto da un impiegato 35enne – prevede una quota da versare di 212,40 euro al mese (al 5 dicembre 2016). Il prestito non contempla spese (costi iniziali, istruttoria, incasso rata e imposta di bollo) ed è sottoscrivibile anche online grazie alla firma digitale. Il Tan si ferma al 6,25% e il Taeg al 6,43% mentre la copertura assicurativa sul credito è facoltativa, con un premio che corrisponde al 6,6% della rata. L’ammontare da rimborsare è di 10.195,12 euro.

Il finanziamento preferito per ottenere maggiore liquidità è quello di Fiditalia che con Fidiamo propone una rata mensile di 219,72 euro al Tan fisso dell’8% e Taeg dell’8,46%. Le spese iniziali ammontano a 16,00 euro, quelle annuali a 3,20 euro, mentre i costi di istruttoria e incasso rata sono pari a zero. Il totale da rimborsare sarà di 10.575,18 euro.

Per acquistare un’auto usata si distingue invece Prestito Personale di Santander Consumer Bank. La rata mensile sarà di 211,37 euro con Tan fisso del 6% e Taeg del 6,37%. Le spese iniziali sono pari a 23,5 euro ma non si sostengono spese d'istruttoria e di incasso rata; l’importo da restituire alla fine dei 4 anni sarà di 10.181,03 euro. I costi assicurativi sono facoltativi e pari al 4,5% dell'importo finanziato per durate fino a 48 mesi o al 6% per durate superiori.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
Prestiti, buona l’inversione di tendenza della Liguria Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
Numero verde 800 97 97 90
PRESTITI PERSONALI
Importo richiesto
 Euro
Durata del finanziamento
mesi
Finalità del finanziamento
Assicurazione
Anno di nascita
Tipo di impiego
Impiego attuale
Impiegato da
del
Domicilio
PrestitiOnline S.p.A.
Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi presso OAM n° M18
Iscrizione R.U.I. sez. E n. E000497146 presso IVASS
P. IVA 06380791001 - Copyright 2000-2017
logo Gruppo MutuiOnline
PrestitiOnline S.p.A. fa capo a Gruppo MutuiOnline S.p.A., società quotata al Segmento STAR della Borsa Italiana
Per ulteriori informazioni, visita www.gruppomol.it
 
Protected by Copyscape DMCA Copyright Detector