Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Il successo delle erogazioni dei prestiti dalle banche

Pubblicato il 01/11/2016

Aggiornato il 04/11/2016

Le ultime rilevazioni sul credito effettuate dall’Associazione Bancaria Italiana (ABI) a fine settembre evidenziano segnali incoraggianti per il settore dei prestiti.

La buona notizia riguarda i finanziamenti erogati dalle banche, che con 1.807,7 miliardi di euro sono nettamente superiori all'ammontare complessivo della raccolta da clientela, fermatasi a 1.656,9 miliardi di euro. Dalla fine del 2007, anno di riferimento pre-crisi, i prestiti all’economia sono passati da 1.673 miliardi di euro agli attuali 1.807,7, mentre quelli alle famiglie e alle imprese sono cresciuti da 1.279 a 1.411 miliardi di euro.

Stessa sorte per i depositi, saliti di oltre 43 miliardi di euro rispetto al 2015 e con una variazione percentuale su base annua del +3,4%. All’ottima performance di conti correnti, certificati di deposito e pronti contro termine, si contrappone la frenata della raccolta a medio e lungo termine. Le obbligazioni scendono a settembre del 16,6% (-65 miliardi di euro): dai numeri registrati traspare dunque la preferenza degli italiani per le forme liquide di collocamento del risparmio.

Si conferma la decisa ripresa dei prestiti per acquistare casa con una variazione positiva di quasi il 2% nei confronti dello stesso periodo del 2015, anno in cui si era già manifestato il trend di miglioramento. Secondo l'ABI l'impennata è stata favorita anche dai bassi tassi di interesse, come già accennato nell’articolo "Quali documenti per richiedere un prestito?", a settembre 2016 il saggio medio sul totale dei prestiti ha toccato un nuovo minimo storico, fermandosi al 2,97% contro il 2,99% di agosto (6,18% prima della crisi, a fine 2007). Per le operazioni di acquisto delle abitazioni l’interesse è arrivato al 2,05% (2,16% il mese precedente), mentre sul finanziamento alle imprese si è collocato all’1,67%.

Per quanto riguarda la raccolta da clientela, l’Associazione misura un tasso dell’1,02% – 1,04% il mese precedente, 2,89% a fine 2007. L’interesse praticato sui depositi (conti correnti, depositi a risparmio e certificati di deposito) si è attestato allo 0,42%.

Infine qualche dato sulle sofferenze nette – che escludono le svalutazioni già effettuate dalle banche con le proprie risorse – risultate pari a 84,7 miliardi di euro, in aumento rispetto agli 84,4 miliardi del mese precedente. Il rapporto sofferenze nette su impieghi totali, ovvero fra crediti ritenuti inesigibili e prestiti totali concessi, è del 4,76% contro il 4,93% registrato a fine 2015 e lo 0,86% rilevato prima dell’inizio della crisi.

Il modo migliore per usufruire dei tassi più convenienti è quello di fare una simulazione su PrestitiOnline.it, il portale che compara i finanziamenti delle migliori banche in base alla finalità scelta dal cliente. Ipotizzando la domanda di un cliente tipo – 40enne milanese che vuole disporre di maggiore liquidità tramite una richiesta di 10.000 euro in 84 mesi – è possibile conoscere le migliori offerte aggiornate al 28 di ottobre.

La proposta più vantaggiosa risulta essere quella di Rat@web che applica una rata di 155,86 euro mensili al Tan fisso dell’8% (Taeg 8,38%). Il costo dell’istruttoria è pari a zero mentre le spese iniziali sono di 16 euro. Le spese assicurative sono facoltative e ammontano al 4,5% dell’importo finanziato.

Stessa quota mensile per Fidiamo di Fiditalia (Tan 8%, Taeg 8,41%), il cui prestito non prevede spese (costi iniziali, istruttoria, incasso rata) ma solo il versamento dell’imposta di bollo di 16 euro. L'indennizzo per estinzione anticipata non può superare l'1% dell'importo rimborsato in anticipo ma solo se la vita residua del contratto è superiore a un anno, mentre non va oltre lo 0,5% del medesimo importo se la vita residua è pari o inferiore ai 12 mesi.

A cura di: Paola Campanelli

Parole chiave

prestiti raccolta credito tassi sofferenze bancarie risparmio

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.