logo PrestitiOnline.it
Altri marchi del Gruppo
PRESTITI PERSONALI PRESTITI AUTO CESSIONE DEL QUINTO CREDITI REVOLVING CONSOLIDAMENTO DEBITI GUIDE E STRUMENTI

Dopo il sisma tributi bloccati e misure per la ricostruzione

21/10/2016

Continua l’azione del Governo a favore delle popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto dello scorso 24 agosto. Ne avevamo parlato, su MutuiOnline.it, nella news Terremoto, come richiedere la sospensione delle rate del mutuo ipotecario e adesso entriamo nel merito del provvedimento che l’Esecutivo ha emanato in merito alla sospensione dei versamenti e degli adempimenti tributari nei Comuni interessati.

La decisione interesserà tutti i cittadini delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria che hanno subito un danno documentato su abitazioni e attività produttive a causa del sisma. Le aree interessate riguarderanno l’ambito territoriale Monti Reatini, l’area Alto Aterno-Gran Sasso Laga, l’area Val Nerina e i sub ambiti territoriali di Ascoli Piceno-Fermo e Maceratese.

Il provvedimento è contenuto nel Decreto Legge terremoto – composto da 53 articoli – che prevede soprattutto misure a favore del pubblico e del privato per la ricostruzione delle cittadine. In particolare, per il pubblico l’aiuto arriverà tramite erogazioni dirette sovvenzionate da un mutuo concesso dalla Bei (Banca europea per gli investimenti) e rimborsato dallo Stato. Le stazioni appaltanti saranno le Regioni interessate, il Mibact (Ministero dei beni e delle attività culturali), il Mit (Ministero delle infrastrutture e dei trasporti) e le diocesi.

Per i privati – sia cittadini che imprese – saranno previsti finanziamenti agevolati tramite convenzioni con le banche, grazie a un accordo con l’Associazione Bancaria Italiana (ABI). In particolare, saranno disponibili prestiti a tasso zero per coloro i quali detengono un’azienda di qualsiasi tipo, con l’obiettivo di stimolare il ripristino del settore produttivo e turistico ed evitare un eccessivo deflusso della popolazione dalla zona. Inoltre i lavoratori delle imprese coinvolte dalla calamità potranno beneficiare di un sostegno che riguarda l’utilizzo della cassa integrazione in deroga.

Ricordiamo che l’Unità di coordinamento delle Camere di Commercio aveva già individuato alcune azioni dirette ad agevolare un rapido riavvio delle attività economiche. Il riferimento va alla sospensione del diritto annuale per le aziende danneggiate e alla costituzione di un Fondo di solidarietà alimentato dai contributi di tutte le Camere di commercio.

Confermato nel decreto anche un risarcimento integrale al 100% per indennizzare i danni dei residenti. Per le seconde case fuori dal cratere il rimborso non supererà il 50% di quanto stanziato e potrà essere concesso solo se verrà dimostrato il nesso di causalità con il sisma.

Infine, ulteriori misure riguardano lo stop delle bollette, dei contributi per le pensioni e la sospensione delle rate dei mutui, nonché il congelamento delle rate dei Comuni con la Cassa depositi e prestiti.

Per quanto riguarda le risorse, saranno stanziati nell’immediato circa 300 milioni di euro mentre successivamente la somma da destinare sarà molto più importante. Si parla di circa 4,5 miliardi di euro, di cui 3,5 saranno investiti per la ricostruzione di edifici e strutture private e la restante parte servirà al ripristino dei complessi pubblici. A differenza dei 300 milioni già approvati dal Consiglio dei Ministri, l’accessibilità ai quasi 5 miliardi dovrà essere approvata nei prossimi giorni.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
Dopo il sisma tributi bloccati e misure per la ricostruzione Valutazione: 5/5
(basata su 1 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI:
Auto, ristrutturazione e liquidità: gli italiani ricorrono ai prestiti pubblicato il 16 novembre 2017
I prestiti più convenienti di novembre pubblicato il 18 novembre 2017
Credito: salgono i prestiti, scendono i tassi pubblicato il 2 ottobre 2017
I prestiti più convenienti di ottobre pubblicato il 9 ottobre 2017
Prestiti, trend differente per famiglie e imprese pubblicato il 20 ottobre 2017
Numero verde 800 97 97 90
PRESTITI PERSONALI
Importo richiesto
 Euro
Durata del finanziamento
mesi
Finalità del finanziamento
Assicurazione
Anno di nascita
Tipo di impiego
Impiego attuale
Impiegato da
del
Domicilio
PrestitiOnline S.p.A.
Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi presso OAM n° M18
Iscrizione R.U.I. sez. E n. E000497146 presso IVASS
P. IVA 06380791001 - Copyright 2000-2017
logo Gruppo MutuiOnline
PrestitiOnline S.p.A. fa capo a Gruppo MutuiOnline S.p.A., società quotata al Segmento STAR della Borsa Italiana
Per ulteriori informazioni, visita www.gruppomol.it
 
Protected by Copyscape DMCA Copyright Detector