logo PrestitiOnline.it
Altri marchi del Gruppo
PRESTITI PERSONALI PRESTITI AUTO CESSIONE DEL QUINTO CREDITI REVOLVING CONSOLIDAMENTO DEBITI GUIDE E STRUMENTI

Prestiti: attenzione alle spese d'istruttoria

26/09/2016

Qualche giorno fa vi abbiamo parlato di come i finanziamenti personali facciano crescere la domanda, oggi approfondiamo un altro aspetto: gli italiani, infatti, ricevono prestiti per un ammontare superiore a quanto investono.

Questa l'immagine scattata dall'Associazione Bancaria Italiana (ABI) nel suo ultimo rapporto mensile, dal quale emerge che ad agosto 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia è risultato essere pari a 1.807,6 miliardi di euro rispetto ai 1.671,3 miliardi di euro dell'ammontare complessivo della raccolta da clientela. 

La dinamica dei prestiti bancari ha manifestato ad agosto 2016 un lieve miglioramento ancorché su valori prossimi allo zero, continuando a essere influenzata dall’andamento degli investimenti e dall’andamento del ciclo economico. 

Sulla base delle prime stime il totale prestiti a residenti in Italia (settore privato più Amministrazioni pubbliche al netto dei pct con controparti centrali) si colloca a 1.807,6 miliardi di euro, segnando una variazione annua di -0,2% (-0,8% il mese precedente). A fine 2007 – prima dell’inizio della crisi – tali prestiti ammontavano a 1.673 miliardi, segnando da allora a oggi un aumento in valore assoluto di 134,4 miliardi di euro.

Prossima allo zero anche la variazione annua dei prestiti a residenti in Italia al settore privato, con un -0,1%. A fine agosto 2016 risultano pari a 1.539,1 miliardi di euro (1.450 miliardi a fine 2007, +88,9 miliardi circa da allora ad oggi). I prestiti a famiglie e società non finanziarie ammontano, sempre ad agosto 2016, a 1.404 miliardi di euro, segnando una variazione annua pari a -0,3% (-0,6% il mese precedente), ritornando sui valori di maggio 2012.  Il picco negativo si raggiunse a novembre 2013 quando si registrò un -4,5%. A fine 2007 tali prestiti si collocavano a 1.279 miliardi, con un incremento nel periodo in valore assoluto di oltre 125 miliardi. 

Ove si consideri la disaggregazione per durata, si rileva come il segmento a breve termine (fino a 1 anno) abbia segnato una variazione annua di -5,3% (-6,3% a luglio 2016), mentre quello a medio e lungo termine (oltre 1 anno) ha segnato una variazione di +1,4% (+1,3% a luglio 2016).

Si confermano su livelli assai bassi i tassi di interesse sui prestiti. Dalle segnalazioni del SI-ABI si rileva che il tasso medio ponderato sul totale dei prestiti a famiglie e società non finanziarie elaborato dall’ABI è risultato ad agosto 2016 pari al 2,98% (minimo storico), 3% il mese precedente; 6,18% a fine 2007. Il tasso sui nuovi prestiti in euro alle società non finanziarie si è collocato ad agosto 2016 al nuovo minimo storico dell’1,65%, (1,71% il mese precedente; 5,48% a fine 2007).

Attenzione però, perché il calo dei tassi d'interesse sui prestiti sembra essere stato in parte controbilanciato da un aumento delle spese. Per non sbagliare bisogna ricordarsi di chiedere sempre il TAEG, in quanto le spese d'istruttoria possono arrivare persino a 100 euro per un prestito di 5 mila euro e a 399 euro per una richiesta di finanziamento da 15 mila euro. 

C'è un solo modo per stare sicuri e trovare la migliore offerta sul mercato: utilizzare il comparatore PrestitiOnline.it, che con pochi click troverà la soluzione più adatta alle proprie esigenze, con l'indicazione di tutte le spese accessorie. Facendo una comparazione al 26 settembre, se un milanese 26enne decidesse di chiedere 20.000 euro per organizzare il proprio matrimonio, troverebbe in Prestiamoci l'offerta più conveniente visto che prevede una rata mensile di 613,71 euro su un totale di 36 rate, con TAEG al 6,84%, oltre alle spese iniziali di 456 euro. La seconda miglior offerta è quella di Rat@web da 616,63 euro di rata mensile con TAEG al 7,19%.  Le spese iniziali sono rispettivamente di 456 euro e di 16 euro.

A cura di Cristina Fortarezzo
Come valuti questa notizia?
Prestiti: attenzione alle spese d'istruttoria Valutazione: 3/5
(basata su 2 voti)
Segnala via email Stampa
Numero verde 800 97 97 90
PRESTITI PERSONALI
Importo richiesto
 Euro
Durata del finanziamento
mesi
Finalità del finanziamento
Assicurazione
Anno di nascita
Tipo di impiego
Impiego attuale
Impiegato da
del
Domicilio
PrestitiOnline S.p.A.
Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi presso OAM n° M18
Iscrizione R.U.I. sez. E n. E000497146 presso IVASS
P. IVA 06380791001 - Copyright 2000-2017
logo Gruppo MutuiOnline
PrestitiOnline S.p.A. fa capo a Gruppo MutuiOnline S.p.A., società quotata al Segmento STAR della Borsa Italiana
Per ulteriori informazioni, visita www.gruppomol.it
 
Protected by Copyscape DMCA Copyright Detector