logo PrestitiOnline.it
Altri marchi del Gruppo
PRESTITI PERSONALI PRESTITI AUTO CESSIONE DEL QUINTO CREDITI REVOLVING CONSOLIDAMENTO DEBITI GUIDE E STRUMENTI

Seconde case: ecco come ristrutturare con un prestito

16/08/2016

Il mercato immobiliare sta dando incoraggianti segnali di ripresa, che si consolideranno ulteriormente nel prossimo biennio.

Le rilevazioni evidenziano come nel periodo compreso tra il 2016 e il 2018 assisteremo ad un aumento delle transazioni, incentivato dalla stabilità dei prezzi e da tassi particolarmente vantaggiosi.

Secondo il rapporto di Yard, realizzato in collaborazione con il Censis, utilizzando il Rei, Real Estate Italia Idex, nel triennio i prezzi si manterranno pressochè stabili. Un’ottima ragione per valutare l’acquisto di una prima casa o, potendo, di una casa vacanze.

Anche il mercato delle seconde case sembra rivitalizzato dalle favorevoli condizioni economiche. Secondo l’Ufficio Studi Tecnocasa, la seconda casa, soprattutto al mare, viene vista non solo come soluzione abitativa per trascorrere le ferie con la famiglia ma anche come opportunità di investimento.

Con l’affermarsi delle agenzie immobiliari e dei portali web dedicati è facile e sicuro affittare per settimane o mesi con formule semplici e controllate, spesso gestendo la transazione direttamente online.

Nella valutazione d’acquisto pesano sicuramente due fattori, oltre, ovviamente, al prezzo dell’immobile. Il primo è l’imposizione fiscale e i costi fissi da sostenere; il secondo, le eventuali spese cui far fronte se si compra un usato da ristrutturare.
Per quanto concerne quest’ultimo punto, il momento è particolarmente favorevole.

Per tutto l’anno in corso sarà ancora possibile usufruire delle agevolazioni fiscali al 65 e al 50% approvate dal Governo, e di cui abbiamo parlato in una recente news, per i lavori di ristrutturazione edilizia e di efficientamento energetico. Le detrazioni al 65% vengono applicate alle spese documentate per sostituzione di porte e finestre, installazione di nuovi climatizzatori, pannelli solari per la produzione di acqua calda, realizzazione di coperture, pavimenti e altri interventi che aumentino il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti. Vengono inoltre inclusi i lavori di adeguamento antisismico della prima casa e delle attività produttive che ricadono nelle zone sismiche più pericolose, oltre alla rimozione dell’amianto e le schermature solari. Per quanto riguarda le spese al 50%, coprono invece i lavori di ristrutturazione semplice.

Nel caso in cui la liquidità a disposizione dell’acquirente non fosse sufficiente a coprire i costi di ristrutturazione, è possibile valutare un prestito ristrutturazione.
Quest’ultima tipologia di finanziamento rappresenta una soluzione più snella e veloce rispetto al mutuo, poichè non vengono richiesti ipoteca o ricorso al notaio.

Se volete richiedere un prestito personale, su PrestitiOnline.it è possibile scegliere la migliore offerta tra quelle di oltre 10 istituti di credito.

I prestiti ristrutturazione consentono di finanziare diverse tipologie di intervento sull’immobile, sia a livello di manutenzione ordinaria dell’immobile (ad esempio gli interventi di portata contenuta come il rifacimento degli intonaci o nuove pavimentazioni) sia a livello di manutenzione straordinaria, intervenendo quindi su elementi portanti o comunque primari della costruzione (ad esempio il tetto.).
Come per altre tipologie di finanziamenti, i prestiti ristrutturazione non richiedono specifici requisiti, purchè il cliente possa dimostrare un reddito certo ed una posizione creditizia stabile e sufficiente a garantire solvibilità.

Secondo quanto stabilito dalla legge, il consumatore può estinguere anticipatamente il debito, rimborsando il capitale residuo e pagando, se il contratto lo prevede, una penale che non deve  superare, per normativa, l’1% del capitale finanziato.

Per conoscere le caratteristiche dei prestiti ristrutturazione è possibile visionare le schede tecniche sui comparatori online che permettono, oltre a confrontare le offerte più convenienti, di approfondire le caratteristiche dei prodotti di interesse, individuando quello che maggiormente risponde alle proprie esigenze.

Volendo fare un esempio, al 3 agosto, per un importo di 30.000 euro da rimborsare in 5 anni, abbiamo le seguenti proposte: Rat@web con rata mensile di 575,73 euro e Taeg 5,73%, Younited Credit con rata mensile di 564,63 euro e Taeg 5,88%, Findomestic Banca con rata mensile di 586,88 euro e Taeg 6,74%.

A cura di Alessia De Falco
Come valuti questa notizia?
Seconde case: ecco come ristrutturare con un prestito Valutazione: 5/5
(basata su 1 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI:
Prestiti: tutto quello che c’è da sapere per non sbagliare pubblicato il 5 ottobre 2017
Sospensione rate prestito: come fare pubblicato il 27 luglio 2017
La grande ripresa del credito al consumo pubblicato il 11 settembre 2017
I migliori prestiti per ristrutturazione di novembre pubblicato il 13 novembre 2017
Prestiti: come calcolare l’importo da chiedere alla banca pubblicato il 15 marzo 2017
Numero verde 800 97 97 90
PRESTITI PERSONALI
Importo richiesto
 Euro
Durata del finanziamento
mesi
Finalità del finanziamento
Assicurazione
Anno di nascita
Tipo di impiego
Impiego attuale
Impiegato da
del
Domicilio
PrestitiOnline S.p.A.
Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi presso OAM n° M18
Iscrizione R.U.I. sez. E n. E000497146 presso IVASS
P. IVA 06380791001 - Copyright 2000-2017
logo Gruppo MutuiOnline
PrestitiOnline S.p.A. fa capo a Gruppo MutuiOnline S.p.A., società quotata al Segmento STAR della Borsa Italiana
Per ulteriori informazioni, visita www.gruppomol.it
 
Protected by Copyscape DMCA Copyright Detector