logo PrestitiOnline.it
Altri marchi del Gruppo
PRESTITI PERSONALI PRESTITI AUTO CESSIONE DEL QUINTO CREDITI REVOLVING CONSOLIDAMENTO DEBITI GUIDE E STRUMENTI

Gli italiani non rinunciano a cambiare l'auto

25/07/2016

Dopo anni duri per via della crisi economica, il settore automotive continua a migliorare di mese in mese, chiudendo un primo semestre 2016 davvero brillante, per via anche della necessità di rinnovare il parco macchine ormai obsoleto. Al giro di boa di metà anno il mercato italiano dell’auto si conferma dunque in ottima salute, con un incremento delle immatricolazioni del 19,1%.

Si tratta di un "risultato superiore a ogni più rosea aspettativa", dichiara il presidente di Federauto, Filippo Pavan Bernacchi, spiegando che il primo semestre è stato caratterizzato da promozioni eclatanti delle case e dei propri concessionari che hanno intercettato la domanda, in qualche misura anticipandola. L'estrema concorrenza tra marchi ha poi fatto sì che tutti difendessero le loro quote anche con kilometrizero, noleggi, forniture a enti e molto altro ancora.

L’anno si è aperto con un gennaio in crescita del 17,9% a cui sono seguiti incrementi del 27,8% in febbraio, del 17,9% in marzo, dell’11,5% in aprile, del 27,3% in maggio e, secondo il dato pubblicato dal Ministero dei Trasporti, dell’11,9%, in giugno. Secondo i dati diffusi dal Ministero dei Trasporti, infatti, il sesto mese del 2016 si è chiuso con 165.208 immatricolazioni di auto nuove, segnando un +11,9% rispetto allo stesso mese del 2015, "grazie anche alle kilometrizero". Questo incremento, coincidente con le nostre previsioni, è stato dunque conseguito con una spinta enorme di case e concessionari, che in ballo avevano anche l'obiettivo semestrale, sottolinea Filippo Pavan Bernacchi prevedendo per il secondo semestre un tasso di crescita inferiore. Federauto, infatti, ha rivisto le sue previsioni stimando un mercato 2016 in crescita del +15% rispetto al 2015. Si tornerebbe quindi a un mercato di circa 1.811.000 vetture immatricolate.

“La ripresa in atto, oltre a svilupparsi con un tasso costantemente a due cifre – afferma Gian Primo Quagliano presidente del Centro Studi Promotor – appare decisamente solida, come risulta chiaramente dal fatto che la crescita non interessa particolari settori di domanda, ma l’intero mercato: crescono tutti segmenti di prodotto, crescono tutte le ripartizioni territoriali, crescono gli acquisti dei privati e crescono quelli delle aziende”. Le cause della vigorosa ripresa in atto vanno ricercate innanzitutto nell’esistenza di un forte contingente di domanda di sostituzione rinviata durante la crisi, ma anche in un forte impegno promozionale di case e concessionari. E un grande contributo viene anche dalle formidabili innovazioni introdotte negli ultimi anni che inducono a ritenere che le auto che si guidano da sole e che l’obiettivo di zero morti e zero incidenti sulle strade non siano più un’utopia, ma una prospettiva concreta in un futuro ormai prossimo. 

Il buon andamento del mercato italiano dell’auto è di ottimo auspicio per la 40a edizione del Motor Show di Bologna che accoglierà il pubblico dal 3 all’11 dicembre. L’Italia per moltissimi anni è stata al secondo posto in Europa per numero di immatricolazioni, poi durante la crisi è scesa al 4° posto, ma in maggio ha riguadagnato una posizione e nel 2016 sta tornando ad un volume di vendite coerente con la tradizione di un grande mercato come quello italiano è sempre stato. 

Nel caso foste interessati ad un finanziamento per acquistare un'auto, su PrestitiOnline.it trovate quello che state cercando: le migliori offerte di prestito sul mercato, individuabili in maniera semplice e trasparente.

A cura di Cristina Fortarezzo
Come valuti questa notizia?
Gli italiani non rinunciano a cambiare l'auto Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
Numero verde 800 97 97 90
PRESTITI PERSONALI
Importo richiesto
 Euro
Durata del finanziamento
mesi
Finalità del finanziamento
Assicurazione
Anno di nascita
Tipo di impiego
Impiego attuale
Impiegato da
del
Domicilio
PrestitiOnline S.p.A.
Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi presso OAM n° M18
Iscrizione R.U.I. sez. E n. E000497146 presso IVASS
P. IVA 06380791001 - Copyright 2000-2017
logo Gruppo MutuiOnline
PrestitiOnline S.p.A. fa capo a Gruppo MutuiOnline S.p.A., società quotata al Segmento STAR della Borsa Italiana
Per ulteriori informazioni, visita www.gruppomol.it
 
Protected by Copyscape DMCA Copyright Detector