Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Banche, ai clienti quasi 10 milioni di euro dalle controversie

Pubblicato il 14/07/2016

Nel 2015 quasi 10 milioni di euro sono stati riconosciuti ai risparmiatori che hanno deciso di ricorrere contro le banche, cifra davvero significativa. Nel sesto anno di attività dell'ABF - Arbitro Bancario Finanziario, sistema stragiudiziale di risoluzione delle controversie tra clienti e intermediari bancari e finanziari, i volumi di attività hanno continuato a registrare una crescita significativa, del 21% rispetto all'anno precedente per 13.575 ricorsi. Ciò vuol dire che in media ogni mese oltre 1.100 clienti (erano circa 900 nel 2014) hanno sottoposto ai tre Collegi ABF una nuova controversia nei confronti di una banca o di un intermediario finanziario in ordine alla  correttezza del loro operato o a contrasti su reciproci diritti, obblighi e facoltà.

Nell’anno sono giunti a decisione 10.450 ricorsi, oltre 1.800 in più rispetto al 2014; ogni mese i Collegi hanno mediamente esaminato 950 ricorsi (nel 2014 poco meno di 800). Tra le Regioni maggiormente coinvolte nelle dispute ci sono la Campania, il Lazio e la Lombardia. Nel 68 per cento dei casi l’esito è stato sostanzialmente favorevole per i clienti, con accoglimento totale o parziale delle richieste formulate (41 per cento dei casi) oppure con dichiarazione della cessazione della materia del contendere, conseguente alla soddisfazione del ricorrente nel corso della procedura (27 per cento). La percentuale di accoglimento è più bassa nel caso di ricorsi relativi ai mutui e al deposito titoli, mentre è molto elevata per quelli riguardanti carte di credito, cessione del quinto dello stipendio e bancomat.

Le controversie che hanno per oggetto questo tipo di finanziamento, sono raddoppiate nel 2015, passando a 7410 contro le 3.671 del 2014. Se si esclude la cessione del quinto, di cui abbiamo parlato approfonditamente in una news di un paio di settimane fa, i ricorsi sono diminuiti in tutte le principali materie, ad eccezione di quelli attinenti ad “altri finanziamenti”, ai sistemi privati di informazione creditizia (Sic) e agli assegni. In forte calo le controversie su carte di credito, bancomat e mutui.

Ancora più rilevante è stata la crescita di ricorsi registrata nei primi mesi del 2016: nel primo quadrimestre i ricorsi sono aumentati del 56 per cento rispetto allo stesso periodo del 2015; in media, ogni mese sono pervenuti all’ABF oltre 1.600 ricorsi. 

Per sostenere questa intensa attività dell’Arbitro, entro la metà del 2017 sarà disponibile una nuova procedura informatica che consentirà l’accesso online a tutti i risparmiatori.

Se state pensando di richiedere un finanziamento personale, e volete essere sicuri di essere supportati adeguatamente da professionisti del settore, vi conviene utilizzare il comparatore di PrestitiOnline.it, un comodo strumento per trovare il prestito che state cercando, alle migliori condizioni sul mercato.

A cura di: Cristina Fortarezzo D'Amicis

Parole chiave

prestiti abf arbitro controversie banche

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.