logo PrestitiOnline.it
Altri marchi del Gruppo
PRESTITI PERSONALI PRESTITI AUTO CESSIONE DEL QUINTO CREDITI REVOLVING CONSOLIDAMENTO DEBITI GUIDE E STRUMENTI

Cambiano le tendenze per il settore prestiti

30/03/2016

prestiti

I dati di febbraio del settore del credito parlano di un’inversione di tendenza sia sullo stesso mese del 2015 che rispetto all’ultimo periodo dicembre-gennaio.

Il primo segnale positivo, secondo i dati ABI (Associazione Bancaria Italiana), arriva dal fronte dei prestiti delle banche a famiglie e imprese che evidenzia una crescita dello 0,04% contro il -0,58% registrato a gennaio. Le buone notizie arrivano anche dal totale dei prestiti ai residenti in Italia, che comprendono sia il settore privato che le Amministrazioni pubbliche: il dato si attesta sui 1.826,8 miliardi di euro con una variazione del +0,6%.

Il trend crescente favorisce il ribasso dei tassi medi che sul totale dei prestiti è risultato pari al 3,2%, una percentuale mai così bassa. Lo scorso mese di gennaio il valore si era fermato al 3,25% mentre a fine 2007, utilizzato come periodo di riferimento prima della crisi, il dato si era attestato al 6,18%.

Le sofferenze bancarie nette, che stabiliscono l’ammontare dei crediti verso i soggetti insolventi, sono state pari a 83,6 miliardi di euro contro gli 89 miliardi di dicembre, facendo segnare una diminuzione superiore ai 5 miliardi di euro.

La ripresa del comparto dei prestiti è stata rilevata anche dall’Osservatorio di PrestitiOnline che analizza tutte le informazioni relative ai finanziamenti richiesti dai risparmiatori ed erogati dalle banche.

L’analisi evidenzia che la finalità più domandata è quella per la ristrutturazione della casa con il 22,31% del totale, seguita dalla finalità prestito auto usata, con il 20,76%. Rispetto al 2005 le percentuali sono nettamente in aumento, visto che in quell’anno erano state rispettivamente del 15,8% e 10,4%. Per il restauro degli immobili l’incremento è da attribuire agli attuali bonus casa emanati dal Governo, mentre il comparto auto vede un’impennata delle vetture di seconda mano grazie all’ottimo momento vissuto da tutto il settore dell’automotive. Infine, per quanto riguarda la durata del finanziamento, i clienti prediligono un periodo medio di 60 mesi.

Per avere un’idea sulle attuali condizioni del mercato dei prestiti basta effettuare un confronto prestiti su PrestitiOnline.it: in questo modo sarà possibile valutare le diverse offerte dei principali intermediari del credito e scegliere la migliore per le proprie esigenze.

Simulando la richiesta di un milanese 40enne che vuole finanziare l’acquisto di un’auto usata tramite un finanziamento di 8.000 euro in 36 mesi, è possibile conoscere i prodotti finanziari più vantaggiosi delle principali banche.

Al 30 marzo 2016 l’offerta migliore è quella di Rat@web che propone una rata di 243,38 euro mensili con un TAN fisso del 6,00% (TAEG 6,34%) e spese iniziali di 16 euro. Il totale versato sarà di 8.781,52 euro. A seguire troviamo l'offerta di Santander Consumer Bank con TAN fisso del 6,00% e TAEG del 6,43%, per un totale da rimborsare di 8791,52 euro e Findomestic Banca con rata 244,28 euro, TAN fisso del 6.25%, TAEG del 6,43% e un totale da rimborsare di € 8794,18 euro.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
Cambiano le tendenze per il settore prestiti Valutazione: 4,5/5
(basata su 2 voti)
Segnala via email Stampa
Numero verde 800 97 97 90
PRESTITI PERSONALI
Importo richiesto
 Euro
Durata del finanziamento
mesi
Finalità del finanziamento
Assicurazione
Anno di nascita
Tipo di impiego
Impiego attuale
Impiegato da
del
Domicilio
PrestitiOnline S.p.A.
Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi presso OAM n° M18
Iscrizione R.U.I. sez. E n. E000497146 presso IVASS
P. IVA 06380791001 - Copyright 2000-2017
logo Gruppo MutuiOnline
PrestitiOnline S.p.A. fa capo a Gruppo MutuiOnline S.p.A., società quotata al Segmento STAR della Borsa Italiana
Per ulteriori informazioni, visita www.gruppomol.it
 
Protected by Copyscape DMCA Copyright Detector