logo PrestitiOnline.it
Altri marchi del Gruppo
PRESTITI PERSONALI PRESTITI AUTO CESSIONE DEL QUINTO CREDITI REVOLVING CONSOLIDAMENTO DEBITI GUIDE E STRUMENTI
Numero Verde: 800 97 97 90
Logo PrestitiOnline.it

Tutte le novità sul prestito vitalizio ipotecario

12/01/2016

Tutte le novità sul prestito vitalizio ipotecario

Entra definitivamente in vigore il decreto attuativo che disciplina il prestito vitalizio ipotecario, una alternativa più flessibile e trasparente alla vendita dell’immobile attraverso la nuda proprietà, che consente di disporre di liquidità per le spese di consumo o il caso di difficoltà di accesso al credito.

L’Italia lo eredita dal mondo anglosassone, dove è sul mercato fin dagli anni ’60 e dove oggi detiene il record di sterline erogate in prestiti vitalizi, con un aumento del 29% nel 2014. In Italia l’erogato in prestiti vitalizi supererebbe 1,96 miliardi di euro.

Il decreto attuativo firmato nei giorni scorsi dal ministro dello Sviluppo Economico lo disciplina con importanti novità. In primo luogo, l’abbassamento dell’età consentita per accedere al finanziamento: 60 anni invece di 65. I proprietari di case che abbiano compiuto questa età possono ottenere liquidità attraverso un mutuo, a garanzia del quale viene iscritta un’ipoteca sull’immobile di proprietà del richiedente.

Tra le altre cose, l’estinzione del finanziamento non più solo con la morte del proprietario ma anche nel caso fossero trasferiti, nella totalità o in parte, i diritti reali di godimento sull’immobile a favore di terzi. Questo vuol dire che in qualsiasi momento il titolare può estinguere il prestito e vendere o trasferire i diritti reali sull’immobile, mantenendone la piena disponibilità o proprietà.

Il rimborso del finanziamento a fronte dell’ipoteca può avvenire in un’unica soluzione, alla scadenza, oppure a scadenze prestabilite. Rigorosa invece sarà la procedura di vendita dell’immobile al decesso del titolare che ha stipulato il prestito vitalizio, visto che dovrà avvenire in maniera tale da garantire agli eredi il rimborso al prezzo di mercato dell’immobile, per la quota eccedente il capitale residuo del finanziamento.

E non è tutto, perché per quanto riguarda l’aspetto fiscale, è stata confermata l’applicazione dell’imposta sostitutiva agevolata dello 0,25%.

A tutela del richiedente, così come trattato approfonditamente nella news pubblicata su PrestitiOnline Prestito ipotecario vitalizio: le nuove regole, il decreto prevede obblighi informativi a carico del soggetto finanziatore, che dovrà sottoporre al soggetto finanziato due prospetti del piano di ammortamento, con l’andamento del debito nel corso degli anni.

La polizza assicurativa sull’immobile dato in garanzia potrà inoltre essere stipulata anche presso un istituto differente rispetto a quello del soggetto finanziatore e ancora, il proprietario dell’immobile sottoposto a ipoteca dovrà ricevere ogni anno un prospetto della sua posizione debitoria. Il soggetto finanziatore non potrà esigere alcun rimborso delle spese sostenute nel caso il richiedente non proceda alla sottoscrizione del contratto.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
Tutte le novità sul prestito vitalizio ipotecario Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
Numero Verde 800 97 97 90
PRESTITI PERSONALI