Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Prestiti Inpdap: regole 2015

Pubblicato il 19/05/2015

I prestiti Inpdap (Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica) sono una modalità agevolata di accesso al credito, riservata ai dipendenti statali.

Si tratta di una forma di finanziamento che prevede tassi vantaggiosi e che spesso viene erogata in collaborazione con istituti di credito convenzionati con l’ente.

Occorre premettere che oggi è più corretto parlare di prestiti "ex Inpdap", dal momento che dal 2011 l’ente è stato integrato dall’Inps.

I prestiti erogati possono essere sia di breve che di medio lungo periodo. I primi hanno solitamente durata non superiore ai quattro anni, mentre i secondi variano dai cinque ai dieci anni. A seconda della tipologia di finanziamento, vengono applicati tassi diversi.

Nel caso di piccoli prestiti, volti a coprire spese impreviste ed urgenti, il tasso di interesse è del 4,5%, con un’aliquota per le spese di amministrazione che ammonta allo 0,5%. Per avere accesso a questo tipo di finanziamenti, occorre essere iscritti alla Gestione Dipendenti pubblici. 

In questo caso, non viene richiesta la documentazione di spesa: viene solitamente erogata una somma proporzionale alla durata del finanziamento, vincolata al tetto di un importo medio annuale di stipendio o pensione. In pratica, attraverso questa tipologia di prestiti, è possibile finanziare al massimo il valore di quattro mensilità. Il piano di ammortamento prevede un rimborso attraverso rate mensili (12, 24, 36 o 48) addebitate direttamente sul conto corrente.

I prestiti pluriennali diretti richiedono invece la presentazione delle spese, che possono essere di diversa natura: acquisto dell’abitazione, matrimonio o anche finanziamento auto. E’ una tipologia di finanziamento che può essere richiesta sia da pensionati che da lavoratori in attività. In questo secondo caso, è necessario un contratto a tempo indeterminato, almeno quattro anni di anzianità di servizio e quattro anni di contributi versati alla Gestione Unitaria. E’ possibile farne richiesta anche in caso di contratto di lavoro a tempo determinato di durata triennale, per prestiti da estinguere nell’arco di durata del contratto.

In questo caso è necessario cedere il Tfr a garanzia del rimborso. Inoltre, occorre documentare le spese alla base della richiesta di prestito. Va sottolineato che, a partire dal 2011, è possibile utilizzare questi finanziamenti anche per sostenere l’acquisto di un immobile da parte di un figlio maggiorenne. Sui prestiti pluriennali è previsto un tasso del 3,5%, con un’aliquota per le spese amministrative sempre dello 0,5%. .

Esistono infine i cosiddetti prestiti pluriennali garantiti. Questi finanziamenti hanno durata variabile da 5 a 10 anni. Sono disponibili per dipendenti in attività dopo 4 anni di contributi e, a differenza dei precedenti, non necessitano di documentazione di spesa. E’ richiesta invece una certificazione medica di sana costituzione. Questa tipologia di prodotto viene erogata da istituti di credito e finanziarie convenzionate, solitamente con cessione del quinto. E’ prevista l’applicazione di un tasso di interesse variabile, a tutela del creditore contro il rischio di decesso, perdita dell’impiego e riduzione dello stipendio.

Per quanto concerne la richiesta del finanziamento e la successiva erogazione, la domanda deve essere presentata all’Inps corredata della documentazione necessaria: deve essere inviata in modalità telematica se il richiedente è pensionato; diversamente, se si tratta di lavoratori, occorre far riferimento all’amministrazione di appartenenza.

A cura di: Alessia De Falco

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Parole chiave

prestiti inpdap piccoli prestiti prestiti pluriennali tassi inpdap

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.