Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Il prestito è online!

Pubblicato il 16/02/2015

Non è solo una questione di Quantitative Easing. La manovra attuata dalla Bce, che prevede l’assegnazione di 60 miliardi al mese per rilanciare l’economia, sarà sicuramente un incentivo per il credito al consumo, rendendo più semplice ottenere un prestito.

Ma la ripresa è già partita, come testimoniano i dati dell’Osservatorio PrestitiOnline relativi al primo mese del 2015. Nel solo mese di gennaio, nei tre comparti più richiesti tra i finanziamenti, ovvero ristrutturazione casa, acquisto auto a chilometro zero e auto usate, si registra un incremento delle erogazioni del 5,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Anche se è molto improbabile il raggiungimento di trend analoghi al periodo ante crisi, sicuramente si incomincia ad avvertire qualche segnale di una rinnovata fiducia nei consumatori verso il credito al consumo per gestire l’acquisto di beni e servizi. 

Va detto che i dati dello scorso anno non sono stati certo entusiasmanti, anche se comunque migliori rispetto alle annate precedenti: secondo Bankitalia, nel dicembre 2014, l’incremento nella raccolta del settore privato è stato pari al 3,9 per cento (3,5 per cento a novembre). Parallelamente la raccolta obbligazionaria, compresi i titoli detenuti dal sistema bancario, è scesa del 17,3 per cento (-17,4 per cento nel mese precedente).

Se il tasso di sofferenza dovesse rimanere stabile, gli analisti sono propensi a ritenere possibile un consolidamento della crescita nel prossimo biennio. Una previsione che trova conforto nelle prime tendenze evidenziate dall’Osservatorio PrestitiOnline, che non solo ha rilevato un aumento delle richieste, ma anche degli stessi importi erogati: in media 12.298 euro contro gli 11.717 del gennaio 2014, con una crescita del +5%.

In aumento anche le richieste per fasce di importo più elevate: +2,1% di incremento per classi comprese tra i 10.000 e i 25.000 euro. In rialzo la domanda di credito al consumo nel Centro Sud (+1,7%), mentre al Nord si registra una lieve flessione nelle richieste (-1,2%). Aumentano del 2% le richieste di consumatori di età compresa tra i 46 e i 55 anni, stabili gli andamenti degli altri cluster di età.

Interessante notare come, confermando una serie storica di lungo periodo, i prestiti online si confermano estremamente competitivi nel confronto con i tassi medi di mercato dei prodotti tradizionali, sia con riferimento a finanziamenti finalizzati che personali. In media il Taeg di un finanziamento offerto via web nel terzo trimestre del 2014 è del 6,54%, contro l’8,40% del credito finalizzato e l’11,89% del credito personale. Un dato ancora più appetibile se si confronta il tasso medio online del 2014 con il terzo trimestre 2013, dato che si è ridotto dello 0,68%. 

Può essere vantaggioso dunque approfittare delle offerte promosse via web: in questo senso PrestitiOnline offre un valido aiuto, permettendo di effettuare veloci comparazioni ed ottenere preventivi gratuiti con un semplice click.

A cura di: Alessia De Falco

Parole chiave

quantitative easing prestiti online taeg bankitalia

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.