Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Prestiti: in calo i finalizzati, resistono i personali

Pubblicato il 10/12/2014

Segnali positivi sul fronte finanziamenti. Secondo il Barometro Crif la domanda di prestiti ad ottobre, sia personali che finalizzati, è aumentata del 7,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Sicuramente è presto per parlare di inversione di tendenza, ma il dato è in ogni caso significativo perché è il primo positivo dopo mesi di rilevazioni negative.

L’analisi riguarda le domande di prestiti raccolte in Eurisc, il Sistema di informazioni creditizie di Crif, un database contenente oltre 77 milioni di posizioni creditizie.  In dettaglio, si è proceduto a disaggregare le richieste nella componente di prestiti finalizzati e personali, con risultati molto interessanti sull’andamento nei primi dieci mesi dell’anno.

Nell'aggregato ad ottobre 2014 le due tipologie di finanziamento mostrano diverse dinamiche: i prestiti finalizzati hanno registrato una contrazione più marcata (-6,4%), mentre quelli personali registrano un calo soltanto dell’ -1% rispetto allo stesso periodo del 2013.

Diverso l’andamento di ottobre confrontato con lo stesso mese dell’anno precedente: nel mese, i prestiti finalizzati sono aumentati del +7,3% rispetto al corrispondente periodo del 2013, mentre i prestiti personali l'incremento hanno registrato un incremento dell’ 8%.

In aumento, secondo le rilevazioni Crif, l’importo medio dei prestiti richiesti: 7.630 euro rispetto ai 7.506 euro del pari periodo 2013 (+1,7%), nell'aggregazione di finanziamenti personali più finalizzati. Andando ad esaminare le singole categorie, l’importo medio dei prestiti finalizzati risulta pari a 4.780 euro contro i 4.386 dell’ottobre 2013 (+9,0%), mentre per i prestiti personali è di 10.841 euro contro gli 11.224 dello stesso periodo del 2013.

Sembra dunque che il ruolo di protagonisti nell’offerta di finanziamenti lo giochino i prestiti personali. Un dato singolare, poiché i prestiti finalizzati, essendo formule dedicate all’acquisto di un singolo bene o servizio, rappresentano soluzioni meno impegnative e vincolanti rispetto ai prestiti personali. In quest’ultimo caso la richiesta è infatti sempre subordinata alla stipula di un contratto che la banca o finanziaria approvano previa esibizione di specifiche garanzie di solvibilità.

Eppure negli ultimi mesi sono i prestiti personali sono la soluzione di credito al consumo privilegiata dagli italiani. Una delle motivazioni è l’aumento delle spese collegate alla ristrutturazione e agli arredi, come anche evidenziato nelle scorse settimane dall’Osservatorio mensile di PrestitiOnline.it.

Per fare un esempio, simulando una richiesta di finanziamento su PrestitiOnline.it per una cifra di €5.000 per arredamento, da parte di un libero professionista torinese quarantenne, con restituzione della cifra presa in prestito in 5 anni, al 10 dicembre 2014 la rata sarebbe di €288,60 con Findomestic e di €288,25 Rataweb. In entrambi i casi non sono previste spese di istruttoria ed incasso rata.

A cura di: Alessia De Falco

Parole chiave

prestiti personali prestiti finalizzati crif findomestic rataweb

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.