Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Credito bancario: procedure per l'apertura

Pubblicato il 17/11/2014

Il fido bancario può essere inteso come la fiducia, espressa in quantità di credito messo a disposizione, che l'istituto bancario nutre nei confronti del cliente. L'apertura di credito, solitamente, avviene in conto corrente per facilitare l'uso frazionato delle somme.

La sua stipulazione può avvenire allo scoperto ovvero quando non sussistono garanzie reali o personali a favore dell'ente creditizio, oppure garantita da ipoteca, pegno, fideiussione e quant'altro. Se l'apertura di credito è in conto corrente, la garanzia non si estingue, prima della fine del rapporto bancario. 

La condizione principale per ottenere il fido è la capacità di chi lo richiede di conseguire un reddito e, di conseguenza, di avere capacità di credito.

Per ottenerne l'apertura sarà necessario presentare domanda alla banca stabilita compilando un modulo predisposto. La richiesta dovrà riportare oltre ai dati del postulante, l'importo del fido, la sua durata, le eventuali garanzie ed i contenuti specifici inerente alla natura del soggetto richiedente: se si tratta di persona fisica, dovranno essere elencate le sue passività esistenti al momento della richiesta di fido, se si tratta di persona giuridica o di un soggetto dotato di autonomia patrimoniale, dovranno essere allegati alla domanda l'ultimo bilancio d'esercizio, debitamente approvato, insieme alla situazione contabile recente.

Una volta che l'istituto bancario avrà ricevuta tutta la documentazione, si occuperà di attuare l'istruttoria delle pratiche di fido acquisendo le informazioni sul richiedente finalizzate a valutare sia l'adeguatezza della consistenza del fido richiesto, che il grado di rischio del prestito da concedere.

La banca affiderà all'Ufficio Fidi il compito di esaminare i dati ricevuti. I funzionari effettueranno indagini esterne volte ad avere notizie sulla moralità e sulla situazione commerciale dell'istante ed indagini interne relativamente ad analisi della situazione patrimoniale, economica, finanziaria ed alla verifica delle garanzie fornite. La banca, successivamente, deve poi prendere in considerazione il motivo per cui viene richiesta l'apertura di credito.

Nella maggior parte dei casi, è il funzionario di banca che ha svolto l'istruttoria a predisporre la concessione di fido, tuttavia può essere anche il direttore della sede o della filiale della banca ad attivarlo. La tempistica dell'istruttoria oscilla tra pochi giorni ad un massimo di una settimana a partire dalla data della richiesta.

A cura della Redazione

Parole chiave

credito bancario fido bancario capacità di credito

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.