logo PrestitiOnline.it
Altri marchi del Gruppo
PRESTITI PERSONALI PRESTITI AUTO CESSIONE DEL QUINTO CREDITI REVOLVING CONSOLIDAMENTO DEBITI GUIDE E STRUMENTI

Nuove norme per il credito al consumo: più trasparenza sui prestiti

7/07/2014

Trasparenza

Tra le novità introdotte per prestiti e finanziamenti erogati a partire da aprile 2014, rientrano gli obblighi di informativa pre-contrattuale dell’istituto di credito erogante (banca o finanziaria che sia) mediante la consegna gratuita al cliente del modulo contenente le “Informazioni europee di base sul credito ai consumatori”, il cosiddetto modulo Secci (Standard European Consumer Credit Information).

Una mossa decisamente a favore del consumatore, che deve poter confrontare l’offerta di credito con le altre disponibili sul mercato, al fine di scegliere, consapevolmente e adeguatamente informato, il finanziamento. Ma che cos’è esattamente il modulo Secci, ormai obbligatorio dal mese di aprile?

Si tratta di un documento strutturato in più sezioni che illustrano le principali caratteristiche del prodotto: il tipo di contratto di credito offerto; i dati dell’istituto erogante (banca o finanziaria); l'importo totale del credito e le condizioni di utilizzo; la durata del contratto di credito; il numero e l'importo delle rate; il bene o servizio acquistato e il suo prezzo (in caso di prestito finalizzato); le eventuali garanzie richieste.

Particolare attenzione va prestata alla seconda sezione, poiché fornisce informazioni sul TAN  (Tasso Annuo Nominale) ossia il tasso d'interesse applicato e il TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) che indica il costo effettivo del credito ed è dato dalla somma del TAN e delle spese accessorie. Specifica inoltre il tasso degli interessi di mora applicati ai ritardi nei pagamenti. Sempre in questa sezione troviamo il riferimento alla presenza di eventuali polizze assicurative obbligatorie il cui costo deve essere compreso nel calcolo del TAEG.

Il modulo Secci insieme alla nuova guida della Banca d'Italia hanno l’obiettivo di incrementare la trasparenza delle informazioni relative ai costi, tassi e tutto ciò che concerne un contratto di credito. E’ importante ribadire che il recesso e' sempre consentito, senza obbligo di motivazione, entro 14 giorni dalla conclusione del contratto.

Trasparenza e flessibilità sono le caratteristiche alla base di un finanziamento: per una scelta senza sorprese, scopri i migliori prestiti, richiedendo un preventivo gratuito su PrestitiOnline.it.

A cura di Alessia De Falco
Come valuti questa notizia?
Nuove norme per il credito al consumo: più trasparenza sui prestiti Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI:
Prestiti: tutto quello che c’è da sapere per non sbagliare pubblicato il 5 ottobre 2017
Sospensione rate prestito: come fare pubblicato il 27 luglio 2017
La grande ripresa del credito al consumo pubblicato il 11 settembre 2017
Prestiti: come calcolare l’importo da chiedere alla banca pubblicato il 15 marzo 2017
I prestiti più convenienti di dicembre pubblicato il 11 dicembre 2017
Numero verde 800 97 97 90
PRESTITI PERSONALI
Importo richiesto
 Euro
Durata del finanziamento
mesi
Finalità del finanziamento
Assicurazione
Anno di nascita
Tipo di impiego
Impiego attuale
Impiegato da
del
Domicilio
PrestitiOnline S.p.A.
Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi presso OAM n° M18
Iscrizione R.U.I. sez. E n. E000497146 presso IVASS
P. IVA 06380791001 - Copyright 2000-2017
logo Gruppo MutuiOnline
PrestitiOnline S.p.A. fa capo a Gruppo MutuiOnline S.p.A., società quotata al Segmento STAR della Borsa Italiana
Per ulteriori informazioni, visita www.gruppomol.it
 
Protected by Copyscape DMCA Copyright Detector