logo PrestitiOnline.it
Altri marchi del Gruppo

Rischio di credito

Rischio che un debitore non mantenga la promessa di pagamento e diventi insolvente nei confronti dell’ente finanziatore.

L'istituto bancario si tutela da tale pericolo, mettendo in atto in modo preventivo una valutazione attenta dell'affidabilità creditizia del cliente che richiede un finanziamento e, nel caso, stipulando contratti di prestito con garanzie reali e personali.

Per la misurazione del rischio di credito vengono usati diversi metodi che cambiano a seconda del tipo di parametri fissati dalle agenzie di rating o internamente (dalla banca). Lo scopo è calcolare qual è la probabilità che il debitore non assolva ai suoi doveri e dunque definire se concedere o meno il finanziamento.

Tra i parametri usati per la misurazione ci sono: il rating e il Cds (Credit default swap). Per rating si intende proprio il giudizio sull'affidabilità creditizia di un soggetto che emette titoli che includono rischio di credito. Per Cds si intende, invece, una sorta di assicurazione finanziaria contro il fallimento di chi emette un titolo. Si tratta di strumenti finanziari che tutelano dal rischio di fallimento (default). Se l'emittente è a forte rischio, il premio da corrispondere per tutelarsi contro il fallimento sarà più alto. 

Nel caso venga deciso di erogare il finanziamento, bisognerà poi stabilirne le caratteristiche e il costo. Il rischio di insolvenza viene valutato pure da un'impresa che assicura una dilazione di pagamento o un pagamento posticipato ad un'impresa cliente. Per scongiurare la possibile insolvenza, l'impresa fornitrice può decidere di cedere i suoi crediti, rischi compresi, ad un soggetto terzo che garantirà il corrispettivo in liquidità. Quest'ultima operazione prende nome di cessione del credito.

Gli strumenti finanziari soggetti a rischio di credito sono:

  • i titoli di debito (titoli di Stato, mutui, credito al consumo, eccetera);
  • le posizioni fuori bilancio (derivati creditizi, eccetera).

Questi strumenti finanziari possono essere soggetti a rischio di credito, ossia il pericolo che un investitore possa non avere, alla scadenza, il rimborso del capitale investito. Ciò vuol dire che il debitore non assolve, pure se soltanto in parte, all'obbligo di restituire il capitale e gli interessi al creditore.

Torna al glossario

Numero Verde 800 97 97 90
PRESTITI PERSONALI