logo PrestitiOnline.it
Altri marchi del Gruppo

Equity Loan

Sono strumenti che permettono al proprietario di un immobile di ottenere un prestito per finanziare investimenti o consumi. A fungere da garanzia al finanziamento è l'immobile.
Gli equity loan vengono considerati a metà strada tra mutui e credito al consumo. Hanno origine inglese e sono destinati a chi intende integrare la pensione con una rendita vitalizia mediante l'immobile di proprietà.

Sono stati introdotti nel nostro Paese con la legge 248 del 2 dicembre del 2005 e si rivolgono solitamente a soggetti di età superiore ai 60 anni.

Gli equity loan, finanziamenti con finalità di consumo senza vincoli di destinazione, si dividono in due tipologie:

  • il lifetime mortgage, noto pure come prestito ipotecario vitalizio;
  • l'home reversion.

Con il lifetime mortgage, detto anche prestito ipotecario vitalizio, il rimborso del finanziamento avviene in un'unica soluzione. Inoltre il contraente non è tenuto a pagare alcuna spesa al momento della stipula del contratto. Il finanziamento è garantito da ipoteca sull'immobile. Se il mutuatario muore, l'istituto di credito ha il diritto di vendere la casa di residenza per recuperare il capitale investito. 

La soluzione alternativa a quest'ultima opzione è che gli eredi provvedano al rimborso del debito residuo. Durante tutta la durata del prestito l’immobile resta di proprietà del mutuatario che non può affittarlo ma può soltanto vivere al suo interno. Se decidesse di venderlo, dovrà rimborsare anticipatamente il finanziamento.

Il proprietario deve anche conservare l’immobile in buono stato ed essere puntuale con il pagamento delle imposte. In alcuni casi sono anche richieste coperture assicurative sull'immobile, come contro i rischi di incendi. Se non vengono rispettati questi obblighi, il contratto viene scisso.

Per sottoscrivere un contratto di lifetime mortgage bisogna presentare una domanda di finanziamento e una valutazione dell’immobile, fatta da un perito. Se l'istituto di credito accetta la documentazione, viene offerta al cliente una proposta di finanziamento e si procede poi alla stipula dell’atto.

A differenza del classico mutuo ipotecario, il lifetime mortgage ha un diverso profilo di rischio. La data di rimborso, in questo caso, è legata alla longevità del mutuatario. Anche l'importo da incassare non è noto perché dipende dalla capitalizzazione degli interessi.

Con l'home reversion, invece, il mutuatario vende all'ente di credito tutto o parte dell'immobile in cambio di un vitalizio o di una somma di denaro. L'importo varia tra il 30% e il 65% del valore della proprietà ceduta. Il mutuatario mantiene a vita il diritto di occupare l’immobile di residenza. Rispetto al lifetime mortgage non c’è la possibilità di recuperare l’immobile offerto in garanzia. L’ente di credito non deve agire nei confronti degli eredi per il recupero del capitale.

 

Torna al glossario

Numero Verde 800 97 97 90
PRESTITI PERSONALI