logo PrestitiOnline.it
Altri marchi del Gruppo
PRESTITI PERSONALI CESSIONE DEL QUINTO PRESTITI AUTO CREDITI REVOLVING CONSOLIDAMENTO DEBITI GUIDE E STRUMENTI

Matrimoni in aumento di pari passo con le spese

28/11/2016

Gli italiani credono ancora nel matrimonio. La conferma arriva direttamente dai dati Istat sul 2015, secondo i quali nello scorso anno sono stati celebrati 194.377 matrimoni, circa 4.600 in più rispetto al 2014. Nel quadro della ripresa della domanda dei prestiti, quello con finalità matrimoni fa registrare un aumento annuo molto consistente e un'inversione di tendenza, visto che nel periodo 2008-2014, sono diminuiti in media al ritmo di quasi 10.000 l’anno.

Aumenta la propensione alle prime nozze: 429 per 1.000 uomini e 474 per 1.000 donne. Gli sposi celibi hanno in media 35 anni e le spose nubili 32 (entrambi quasi due anni in più rispetto al 2008). Le seconde nozze, o successive, sono 33.579, quasi 3.000 in più rispetto al 2014 (+9%). L’incidenza sul totale dei matrimoni raggiunge il 17%. Prosegue l'aumento dei matrimoni celebrati con rito civile. Sono 88.000, l'8% in più rispetto al 2014, il 45,3% del totale dei matrimoni. I matrimoni in cui almeno uno dei due sposi è di cittadinanza straniera sono circa 24.000 (12,4% delle nozze celebrate nel 2015), in calo di circa 200 unità rispetto al 2014.

Il matrimonio, dunque, continua ad essere una tappa fondamentale, specialmente in aree del paese "come il Sud Italia dove le famiglie spendono decine di migliaia di euro per la festa", dichiara Gino Signore il direttore creativo di Maison Signore. Secondo i risultati del sondaggio approntato dall’Osservatorio sul Wedding di Maison Signore, su un campione di più di 8 mila future spose italiane intervistate nell'ultimo mese data, chiesa, testimoni ed invitati vengono scelti, da più del 77 per cento delle future spose, in questo periodo, complice forse qualche ora libera in più per riflettere, mentre la scelta dei fornitori, da ponderare anch’essa accuratamente, slitta all’autunno quando le fiere di settore offrono una larga panoramica del pianeta wedding tutto da esplorare.

Il 62 per cento delle future spose non è disposto a risparmiare sull’abito e il 53 per cento sul ricevimento mentre il 59 per cento si dichiara disponibile a risparmiare sulle bomboniere o a fare bomboniere solidali, il 60 per cento sul viaggio di nozze, il 65 per cento sull’auto ed più del 75 per cento sulla musica durante il ricevimento, sulle partecipazioni ed il servizio fotografico.

“I dati che emergono dal sondaggio - dichiara Gino Signore - rappresentano chiaramente come sono cambiate le propensioni di spesa delle future spose. Si cerca di spendere meglio su quegli ingredienti che rendono unico un matrimonio come l’abito da sposa ed il ricevimento e si punta a risparmiare su quei servizi che possono incidere marginalmente nella riuscita dell’evento”.

Il matrimonio è una spesa assai importante da affrontare per una giovane coppia, ecco perché sono ancora in molti a ricorrere ad un finanziamento pur di coronare il sogno della propria vita. Grazie a PrestitiOnline.it potrete trovare online, in pochi secondi, il prestito personale più adatto alle vostre esigenze e, soprattutto, quello più conveniente. Oltre alla guida dettagliata su come ottenere un prestitotroverete i prestiti di oltre 10 fra banche e finanziarie con tassi e condizioni spesso scontati. Facendo una simulazione al 16 novembre, scopriamo che un trentenne milanese che chiede in prestito 10.000 euro da rimborsare in 12 mesi per il proprio matrimonio, troverà in Prestiamoci - Prestito tra persone l'offerta più conveniente, che prevede una rata mensile di 862,90 euro con Tan fisso al 4,81% e Taeg al 7%. Pari a 92 euro le spese iniziali. Se si volesse dilazionare il finanziamento a due anni, la rata con Younited Credit - Prestito personale passerebbe a 435,63 euro con Tan fisso al 4,31% e Taeg al 6,16%. 170 euro le spese iniziali.

Se i matrimoni aumentano, aumentano anche i divorzi, grazie anche alle recenti variazioni normative. In particolare l'introduzione del "divorzio breve" fa registrare un consistente aumento del numero di divorzi, che ammontano a 82.469 (+57% sul 2014). Più contenuto è l'aumento delle separazioni, pari a 91.706 (+2,7% rispetto al 2014). 

La durata media del matrimonio al momento della separazione è di circa 17 anni. In media i mariti hanno 48 anni, le mogli 45 anni.

A cura di Cristina Fortarezzo
Come valuti questa notizia?
Matrimoni in aumento di pari passo con le spese Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI:
Quali documenti per richiedere un prestito? pubblicato il 27 ottobre 2016
Prestiti, i personali fanno crescere la domanda pubblicato il 21 settembre 2016
Pronti per le vacanze? Certo, con un prestito! pubblicato il 24 novembre 2016
Cresce la domanda di prestiti: la ripresa è costante pubblicato il 26 novembre 2016
Prestito ipotecario vitalizio o nuda proprietà? pubblicato il 31 ottobre 2016
Numero verde 800 97 97 90
PRESTITI PERSONALI
Importo richiesto
 Euro
Durata del finanziamento
mesi
Finalità del finanziamento
Assicurazione
Anno di nascita
Tipo di impiego
Impiego attuale
Impiegato da
del
Domicilio
PrestitiOnline.it
è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi presso OAM n° M18 - Copyright 2000-2016
logo Gruppo MutuiOnline
CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A. fa capo a Gruppo MutuiOnline S.p.A., società quotata al Segmento STAR della Borsa Italiana
Per ulteriori informazioni, visita www.gruppomol.it
 
Protected by Copyscape DMCA Copyright Detector