logo PrestitiOnline.it
Altri marchi del Gruppo
PRESTITI PERSONALI CESSIONE DEL QUINTO PRESTITI AUTO CREDITI REVOLVING CONSOLIDAMENTO DEBITI GUIDE E STRUMENTI

In Sicilia ripartono i prestiti alle famiglie

12/12/2016

Continuiamo con l’analisi regionale, dopo avervi parlato della situazione nelle Marche, effettuata dalla Banca d’Italia nell’ambito dei prestiti.

Il primo semestre della Sicilia vede i finanziamenti bancari concessi alla clientela ridursi dello 0,8% su base annua, un risultato che però migliora la performance rilevata a dicembre 2015 quando il calo si era attestato all’1,1%.

La contrazione dipende più che altro dai risultati negativi registrati per i finanziamenti alle amministrazioni pubbliche, connessi ai minori utilizzi delle linee di credito da parte degli enti del servizio sanitario regionale, e alle imprese, diminuito dell’1,7%, mentre i prestiti alle famiglie hanno fatto segnare un +0,6%.

In particolare per il settore produttivo la dinamica è differenziata in base al comparto, con una diminuzione più marcata per le aziende edili e fornitrici di energia, gas, acqua; per quelle manifatturiere si è verificato invece un aumento dello 0,6%. Nel corso del secondo trimestre del 2016 il Taeg medio sui nuovi finanziamenti a medio e a lungo termine è salito rispetto alla fine dell’anno precedente dal 3,2% al 3,7%, risentendo di alcune iniziative in determinati settori.

Per quanto riguarda il credito alle famiglie l’aumento ha interessato sia i mutui per l’acquisto delle abitazioni, il cui flusso delle erogazioni è salito del 45,8% grazie soprattutto ai prestiti a tasso fisso, che i finanziamenti finalizzati all’acquisto di beni di consumo.

Un approfondimento sulle richieste di credito arriva dall’Osservatorio di PrestitiOnline.it, il bollettino che esamina tutte le peculiarità delle domande provinciali durante il semestre di riferimento.

La Sicilia rappresenta una quota dell’1% del totale dei prestiti richiesti in Italia e il 2,74% per la macro area Sud-Isole. Più di un terzo dei finanziamenti utilizzati dai cittadini – nel periodo maggio-ottobre 2016 – ha riguardato la ristrutturazione dell’abitazione (35,26%), seguita dall’acquisto dell’auto usata, 14,21%, e dalla richiesta di liquidità, 13,99%. Ottimo risultato anche per il prestito con finalità arredamento, circa 11,8% del totale rilevato, che in quattro delle nove province totalizza una percentuale che lo fa classificare sul podio dei più scelti. 

L’importo medio richiesto si attesta sugli 11.322,33 euro, risultando più alto di oltre 440 euro rispetto a quanto rilevato nel resto d’Italia (10.875 euro). La durata del prestito che si adopera nella maggior parte dei finanziamenti è di 60 mesi, mentre l’età media dei cittadini siculi che accedono al credito è di 45,4 anni: il consumatore richiedente è solo per il 67,03% un lavoratore a tempo indeterminato, un valore più basso di quasi il 5,1% rispetto al dato nazionale e che risente della scarsa percentuale registrata ad Agrigento (54,69%) ed Enna (59,63%).

Utilizzando il comparatore PrestitiOnline.it è possibile effettuare delle simulazioni in base alle finalità più utilizzate nei singoli Comuni. Per ristrutturare casa la preferenza dei cittadini di Palermo si rivolge a Credito Personale di Rat@web che per una richiesta-tipo – importo da finanziare di 8.000 euro da restituire in 60 mesi e richiesto da un impiegato 35enne – prevede una quota da versare di 153,92 euro al mese (al 12 dicembre 2016). Il prestito comporta spese annuali e per imposte, rispettivamente di 2 e 16 euro, ma nessun costo d’istruttoria. Il TAN si ferma al 5,55% e il TAEG al 5,82% mentre la spesa assicurativa sul credito è facoltativa, ovvero il 4,2% dell’importo. L’ammontare da rimborsare è di 9.203,64 euro.

A Ragusa il finanziamento più gettonato per ottenere maggiore liquidità è quello di Younited Credit che propone una rata mensile di 150,57 euro al Tan fisso del 4,89% e Taeg del 6,15%. Le spese d’istruttoria ammontano a 208 euro, quelle periodiche e assicurative sono pari a zero. Il totale da rimborsare sarà di 9.034,02 euro.

Infine, per acquistare un’auto usata a Siracusa si distingue Prestito Personale di Santander Consumer Bank. La rata mensile sarà di 154,66 euro con Tan fisso del 6% e Taeg del 6,35%. Le spese iniziali sono pari a 21 euro ma non si sostengono spese d'istruttoria e di incasso rata; l’imposta di bollo è di 16 euro per durate del prestito entro i 18 mesi, dello 0,25% dell'importo del credito per periodi superiori ai 18 mesi. Variabili anche i costi assicurativi (che sono facoltativi), con una percentuale che in questo caso è del 6% del totale finanziato. L’importo da restituire alla fine dei 5 anni sarà di 9.315,74 euro.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
In Sicilia ripartono i prestiti alle famiglie Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
Numero verde 800 97 97 90
PRESTITI PERSONALI
Importo richiesto
 Euro
Durata del finanziamento
mesi
Finalità del finanziamento
Assicurazione
Anno di nascita
Tipo di impiego
Impiego attuale
Impiegato da
del
Domicilio
PrestitiOnline.it
è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi presso OAM n° M18 - Copyright 2000-2017
logo Gruppo MutuiOnline
CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A. fa capo a Gruppo MutuiOnline S.p.A., società quotata al Segmento STAR della Borsa Italiana
Per ulteriori informazioni, visita www.gruppomol.it
 
Protected by Copyscape DMCA Copyright Detector